[giocattoli] tutte le cose che ho fatto con i Lego


Di recente vi ho mostrato la mia collezione Lego.
Quel che non sapete, è però che i Lego li ho usati in mille modi (tranne per fare cose sconce).
Mixati con altri giocattoli, usati per creare storie più grandi... ecco qui tutte le cose che ho fatto con i mitici mattoncini colorati!


GIOCHI DI SOCIETA'

Sì. Coi Lego, specie assieme al mio amico Leo, ho inventato giochi di società.
Ad esempio una replica di Warhammer, con omini a fare da fanti, spadaccini ma non solo. E tiri con visibilità ridotta, dadi, misure.
Abbiamo fatto anche un gioco di ruolo, costruendo una città e spargendo indizi e oggetti che poi mio fratello avrebbe dovuto recuperare, impersonando una minifigure in giro per questo mondo.
E quindi un gioco da tavolo vero e proprio, un po' labirintico e un po' mobile (tipo Il Tesoro del Tempio), sfruttando perni e rotelle, con caselle e dadi per muovere i personaggi.

ISOLE, CITTA', STORIE...

Ovviamente, come tutti i bambini, si cercava di ricostruire ciò che era possibile osservare nei cataloghi e negli spot. Quindi grandi panoramiche in cui inserire ora i Lego Castello, ora i Lego Pirati, i Fabuland e così via.
Ovviamente, la Città era gettonatissima, come testimonia questa foto dei primi anni '90, con me che reggo l'elicottero della polizia.


Poi c'era anche l'isola delle torture, dove poter decapitare-squartare-smembrare le minifigures in ogni modo possibile (ma sempre attraverso pezzi Lego). Ve ne ho parlato nell'articolo Passione Tortura!.
Infine, le storie. O meglio, le fotostorie.
Fotofumetti ambientati in un medioevo fantasy, con le minifigures a fare da protagoniste.
La trama? Il regno è in pericolo, il re muore e il principe inizia il suo viaggio tra dungeons e pericoli fino allo scontro finale...
Mi rimane solamente la foto di uno scenario, costruito per essere la scenografia di un villaggio.


MIX VARI

Ho usato i Lego anche mischiandoli con altri giochi o altri elementi.
Ad esempio, ricostruivo l'interno del Castello di Grayskull dando allo stesso le due pareti mancanti, cercando di inserire ciò che vedevo nei minicomics allegati ai Masters (su tutti, un lettino dove Skeletor teneva prigioniera Teela).
La follia più grande fu quella di innalzare le piattaforme stradali Lego per poter... costruire, di sotto, le fognature dei Turtles. Sopra c'era New York, e sotto il mondo delle Tartarughe Ninja.
Per finire, cito i giochi con le biglie (costruivo enormi flipper fatti di Lego, con rampe e scivoli; replicavamo con una pallina il teschio di Brivido!, dandogli la possibilità di cadere in tre o quattro scivoli diversi; costruivamo un gioco simile al Tricky Traps).

GIOCHI FISICI

Ebbene, coi Lego si facevano anche giochi più "fisici".
Tipo costruire in modo più resistente e assemblato possibile una sorta di casa: lo stesso avrebbe fatto il tuo avversario. Poi, a turno, si lanciava una pallina da tennis contro la costruzione nemica. Lo scopo era ovviamente romperla tutta, senza lasciare nemmeno un mattoncino attaccato alla base.
Altro gioco, fatto con mio fratello, era replicare le macchine da guerra del programma Robot Wars.
Usavamo qualunque pezzo Lego e poi lanciavamo le due auto una contro l'altra.

Inutile, i Lego sono il gioco più bello e versatile al mondo.

40 commenti:

  1. Io avevo la nave dei pirati (troppo fica!), qualche set cittadino e la macchina del tempo (che pareva anche quella una specie di nave). E poi lego assortiti che provenivano da chissà quali altri set dimenticati.
    Ricordo però che quando uscì la moda dei beyblade utilizzavo pezzi di lego all'interno e all'esterno della trottola per renderla ancora più cazzuta :D

    CervelloBacato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il galeone ce l'ho anche io, ve l'ho anche mostrato intero o quasi XD
      Sai che mio fratello fece la stessa cosa? Io gli inventai la "carica" per la trottola, usando un pezzo di ascensore del parcheggio Lego^^

      Moz-

      Elimina
  2. I Lego non tramontano mai.
    Saluti a presto

    RispondiElimina
  3. i migliori anni della mia vita li ho passati sepolto sotto i mattoncini :D

    RispondiElimina
  4. Altro punto di convergenza, i famosi Lego!
    È stato il mio gioco preferito da quando ho iniziato a giocare, fino all'avvento dei Masters! E non è lecchinaggio nei tuoi confronti! :D

    Cosa ho costruito con i Lego? Principalmente personaggi! Andando a memoria ricordo:
    - tre semplici navicelle pilotate da tre robot (costruiti rudimentalmente pure quelli), un po' a imitazione di Starzinger. A un certo punto detti per dispersa una delle navicelle e ne subentrò una quarta (con relativo pilota), per poi far tornare la terza e procedere con 4... Erano facili da costruire, ne ho le "proiezioni ortogonali" su un diario, e ogni tanto le riassemblavo per vivere nuove avventure. :)
    - una serie di "dinosauri armati": di dinosauro avevano in effetti soltanto le dimensioni immaginarie, si trattava di animali-cyborg con impiantati dei congegni armati (il tutto con molta fantasia...) coi quali affrontavano varie minacce per il pianeta...
    - una serie di pupazzetti che, nella mia fantasia, erano androidi specializzati in arti marziali o robe tipo ninja, samurai... Erano due squadre, buoni contro cattivi, incapaci di annientarsi e quindi in perenne lotta per sottomettere l'umanità o difenderla. Tipo X-Men che però ignoravo!
    - varie riproduzioni di robottoni assemblabili più o meno riuscite, la migliore sicuramente furono le tre navicelle di Getta Robot, che si univano in vari modi a formare, con qualche licenza poetica, i tre robot della serie di Go Nagai.
    - ultimo in ordine di tempo, un tabellone "digitale" per segnare i punti a ping-pong!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi dinosauri armati hanno anticipato i Dinosaucers!! :)
      Bella l'idea di avere personaggi incapaci di annientarsi, è un po' il senso che sta alla base di prodotti come G.I.Joe, Masters ecc...
      Dei robottoni me ne parlasti già... io al massimo facevo cose che scimmiottavano i Transformers.

      Moz-

      Elimina
  5. Oddio quante cose mi sono perso! Io ci facevo solo le casette e poco più! Ma forse la mia confezione era troppo piccola e conteneva pochi pezzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La quantità di pezzi in effetti è importante.

      Elimina
    2. Sì, ovvio che per realizzare cose di questo tipo servivano molte confezioni (e di varie linee) e quindi molti pezzi^^

      Moz-

      Elimina
  6. La settimana scorsa ho regalato ad una "casa-famiglia" una cesta, ma grande, piena di pezzi di Lego che appartenevano inizialmente ai miei figli e poi pian piano sono arrivati pezzi di varie fogge e misure. I miei nipoti n on li guardavano più. Ora il Lego è sofisticatissimo puoi costruire un'infinità di cose. In quella casa, ci sono tanti bambini che giocano ancora con una fantasia che sta crescendo con loro. Lì ci saranno manine che scalderanno quei mattoncini costruendo torri che saranno abbattute a risate. Ciao ragazzo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Splendido gesto, ti stimo.

      Elimina
    2. Vero, Lucia: come dice Gas è uno splendido gesto.
      Io sinceramente da cose così non riuscirei mai a separarmi, però se tu lo hai fatto vuol dire che hai visto totale indifferenza dei tuoi cari verso i mattoncini.
      E ora ci sono nuovi giocatori per i Lego, è bello^^

      Moz-

      Elimina
  7. "Inutile, i Lego sono il gioco più bello e versatile al mondo."
    Sai che quest'affermazione contiene una verità più grande di quanto pensi? Nei bambini piccoli è importante dare il giusto imprinting perché hanno una plasticità neuronale che poi viene persa e viene stabilita dalle prime attività di gioco, per cui lego, costruzioni e dido, con il loro usare le dita, attivano particolari aree cerebrali fondamentali a un buono sviluppo neuronale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, allora davvero posso dire di essere stato un bambino fortunato, avendo avuto sempre sia Lego che il Didò XD
      I Lego conto di ricomprarmeli questo Natale... :)

      Moz-

      Elimina
  8. Troppo bello, mi sarebbe piaciuto giocarci..io al massimo giocavo con le macchinine :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io paradossalmente le macchinine non me le sono mai troppo cagate.
      Avevo sì qualche MicroMachine, Majorette o HotWheels, ma preferivo tipo quelle particolari che cambiavano colore o si ammaccavano^^
      Ne farò un post.

      Moz-

      Elimina
    2. Di macchinine ne ho avute tra le 20 e le 30, quasi tutte modellini Polistil, non ci sono mai impazzito neppure io... ma approfondirò l'argomento quando, come detto, ne riparlerai... ;)

      Elimina
    3. Perfetto, allora.
      Quanto prima ne parleremo assieme **

      Moz-

      Elimina
  9. Saresti l'eroe di mio nipote Alex, che ha una collezione spaventosa di Lego. Contempla anche navi spaziali e quelle palazzine di ultima generazione, con dentro tutte le stanze ricostruite di tutto punto.
    Alex è un "fanatic" di Lego, al punto da supplicare i suoi genitori di viaggiare fino alla mitica città produttrice. E ha realizzato pochi mesi fa il suo sogno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi dire a Alex di mettere le foto dei suoi Lego sul tuo blog!!! Puoi farne una rubrica :)
      Sai una cosa? Desideravo, da piccolo, andare a Legoland. I miei lo sapevano, ma ci sono andati (coi miei fratelli) quando ormai io vivevo per conto mio XD

      Moz-

      Elimina
  10. Ecco, ora hai fatto il danno: ora mi hai scatenato la Lego-mania e cercherò qualche vecchia foto per uno speciale su uno dei miei blog!
    Alla veneranda età di 42 anni posseggo ancora ogni singolo mattoncino regalatomi nell'infanzia, e dovranno seppellirmi con loro. E anche con i Masters, ovviamente.
    Le splendide iniziative che hai elencato bene o male le facevo anch'io, anche se da solo in quanto figlio unico (e con amici a cui non fregava niente delle Lego!). Mi innamorai dei Technics quando ancora non avevo l'età adatta, ma dopo qualche pianterello riuscivo alla fine a costruire il modello.
    I Lego erano il mio materiale costruttivo d'elezione, e dovrei ancora avere da parte i disegni dei modelli creati: ci ho passato ore meravigliose... e mi sa che per colpa tua questo Natale scatterà un regalo Lego :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, una premessa: dato il mio problema con WP, vedi bene che magari su uno dei tuoi blog i miei commenti sono in spam (forse il Zinefilo).
      Che sia stramaledetta la mamma del figlio di puttana che mi ha segnalato come spam.
      Chiusa questa breve parentesi, vedo che abbiamo la stessa mania, Lego e Masters. Idem Gas.
      Eheh, io aspetto allora i tuoi post... e sai una cosa? Pure io Legherò, a Natale^^

      Moz-

      Elimina
    2. Ormai ti ho de-spammato sia dal Zinefilo che dai Fumetti Etruschi: se commenti da qualche altro mio blog fammi un fischio che ti de-spammo anche lì ;-)
      Sul blog Myniature già presento le uscite Lego da edicola (Ninjago, Nexo, Friend, Elves, Star Wars), con modellini esclusivi molto belli... ma è il momento di farli combattere! :-D mi piacerebbe organizzare un Lego Fight Club dove distruggere tutto in base ai voti degli utenti!
      A parte questo, per Natale organizzerò un post simile al tuo, citandoti ovviamente ;-)

      Elimina
    3. E' fichissima l'idea dei post-sfida!
      Io invece vorrei riprendere a fare i fotoromanzi, e metterli magari qui sul blog. Il porblema è che ho i Lego in Puglia...

      Moz-

      Elimina
    4. Anni fa su Facebook presentai una "Storia di Natale" con Lego e Masters, un raccontino illustrato che ora - visto che mi hai fomentato - ripresenterò sul blog.
      L'idea di un "fotoromanzo a puntate" mi piace troppo: sicuramente ora ci penserò notte e giorno e qualcosa tirerò fuori :-P

      Elimina
    5. Beh, caro Lucio Etrusco, mi sa che allora saremo concorrenti! :p
      Intanto cerco anche io di fare qualcosa coi Masters... I Lego mo vediamo che riesco a fare :)

      Moz-

      Elimina
    6. Ahahah è iniziata la guerra dei fotoromanzi Lego / Masters! :-D

      Elimina
    7. Beccati questo:
      https://www.instagram.com/p/BITReoRh1o3/?taken-by=moz_o_clock

      Moz-

      Elimina
    8. Noooo bellissimo!! Mi sono iscritto a Instagram solo per darti un cuore! ^_^ ok, sembra una roba sdolcinata ma non so come si chiami il like di Instagram.
      Comunque è geniale e ne voglio uno al giorno :-D

      Elimina
    9. Ahaha ho visto!
      Mamma mia, sei matto XD
      Uno al giorno? Purtroppo ho davvero pochissimi Masters... e questi che vedi li ho recuperati per il rotto della cuffia.
      Però posso pensare a altre vignette scurrili :)

      Moz-

      Elimina
    10. Ahahah non sapevo l'avessero rifatto coi Lego!! Ahahah!
      La voce di questo video è proprio da trans XD

      Moz-

      Elimina
  11. Anche da me c'era gente che usava le Lego per testare gli eserciti di Warhammer. Era una cosa decisamente comica, ma bella da vedere ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me la Lego dovrebbe prendere seriamente in considerazione questa evenienza.

      Moz-

      Elimina
  12. quando dico che ho poca pazienza la gente non mi crede mai... quando specifico che a me costruire le cose con i lego mi ha sempre snervato, allora iniziano a preoccuparsi per davvero :)

    invidio la tua pazienza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, non so... io spesso ci mettevo anche del mio, nel senso che smontavo e ricostruivo a piacimento.
      A breve compro qualche playset Lego e vi farò sapere se la pazienza è rimasta^^

      Moz-

      Elimina