[RICORDI] la Settimana Bianca


Tra gennaio e febbraio, ogni anno dei miei anni '80 e '90 era consuetudine, per la mia famiglia, partire per la Settimana Bianca.
Un anno addirittura fu doppia. Ma erano altri tempi e c'erano tanti soldi e eravamo tutti ricchi.
Oggi no, ma i bei ricordi restano per continuare ad arricchirci: ecco cosa furono per me le vacanze invernali!


IL VIAGGIO

Per arrivare in quelle zone (solitamente Trentino Alto Adige) occorreva un lungo viaggio che spezzavamo un poco fermandoci dai nonni in Abruzzo.
Di quei momenti ricordo: le musicassette dello Zecchino D'Oro per tenere buoni i miei fratelli; la musicassetta Zucchero Greatest Hits che abbiamo consumato fino alla morte; Attenti al lupo di Dalla.
E ovviamente le soste in Autogrill per mangiare e andare in bagno.

LO SCI

Tra le altre cose, ho imparato a sciare. E so farlo tuttora, anche se non lo faccio da tempo.
Ricordo ancora la trafila: il primo giorno andavi a parlare col maestro per iniziare le lezioni. Di solito un tipo atletico e abbronzatissimo, con accento nordico-robotico alla Swartzie che non si capiva niente e vattene in Austria allora.
Poi si andava ad affittare l'attrezzatura per una settimana: scarponi, racchette e sci. Gli sci te li davano a occhio, paragonandoli alla tua altezza.
Infine, lo skipass. Che costava un occhio della testa, e permetteva di usufruire di tutti gli impianti di risalita (seggiovie, cabinovie, ovovie, skilift...).

L'ALBERGO

Quanto era fico l'arrivare in albergo? Era un mondo a sé tutto da scoprire (a breve vi parlerò della mia insana passione per gli hotel).
Da quel momento eri libero di goderti la vacanza: che bello quando c'era anche la piscina, che non è così scontato cazzeggiare in acqua mentre fuori è inverno puro.
E in hotel ci passi anche qualche serata, perché non si esce proprio sempre.
Così è capitato che si organizzassero tombolate, serate film, ma anche feste di carnevale con stupende ragazze inglesi che ti facevano sognare. E che per il resto della vacanza giravano in shorts e reggiseno per i corridoi manco fossero in qualche club di Manchester.
Il restante tempo libero lo potevi passare nella sala ricreativa, che aveva pure il biliardo e i videogames (Cadillac e Dinosauri vince).
Ovviamente si restava in albergo se c'era la finale di Sanremo, il secondo episodio di Twin Peaks, o l'ultima puntata di Indietro tutta! (tutte storie vere, eh!).
Capita anche che il tuo vicino di tavolo sia Eros Ramazzotti. Capita di fare amicizia con altri bambini con cui scambiare opinioni sulle action figures dei Masters o delle Tartarughe Ninja. E giocarci assieme.

QUANDO SI ESCE

Altre sere era ovvio che s'uscisse, per visitare il paese e i suoi locali.
Bar e caffè, specialmente. Dove gustare strudel, crepes ai bollenti frutti di bosco e cioccolate calde.
E' capitato spesso di trovarci nel periodo in cui il popolo polentone ha l'abitudine di bruciare la Vecia, un enorme pupazzo a forma di befana. Ad appiccare il fuoco, un gruppo di sciatori che, di notte, scende giù dalla pista. Suggestivo.

Voi? Avete mai fatto Settimane Bianche? Ci andate tuttora?
Ne parliamo anche in diretta video, alle 14.40, su Moz O'Clock - Pagina FB

48 commenti:

  1. Risposte
    1. Io un giorno bianco me lo vorrei tanto fare e non ci riesco mai!

      Moz-

      Elimina
  2. Caro Moz,se scrivi di sci sei nel mio elemento.Peccato che non hai il tempo di dedicarti a questa attività,anche se da come ti immagino,ti vedrei più portato per la "tavola"(Snowboard.
    Adesso finalmente la neve,quella vera è arrivata.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà non sono mai andato con lo snowboard, sai?
      Ha iniziano a essere cool durante le mie ultime settimane bianche, ma ti dirò una cosa: io sono un tipo classico, preferisco gli sci :)

      Moz-

      Elimina
  3. Ehehe anche io andavo 1 settimana sulla neve, si arrivava il sabato (puntualmente la sera avevo la febbre) e dalla domenica partiva il divertimento.

    Anni '80.... che anni spettacolari !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha ma sai che una volta anche io ho avuto la febbre?
      Che di fatto perdevi dei giorni, ma sembravano comunque vacanze lunghe, non so... come se si poteva recuperare XD

      Moz-

      Elimina
  4. Mai fatta, ma che meraviglia i tuoi ricordi! :D
    I miei non sono sciatori quindi andavamo su qualche domenica col bob, ma niente di che. Ora che ho imparato a snowboardare mi mancano i soldi e poi le faccio pure io :P

    CervelloBacato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha allora io con gli sci e tu con la tavola... facciamo i $ e andiamo insieme :)

      Moz-

      Elimina
  5. Sono anni che non faccio una settimana bianca, ma io sono polentona e scio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, tu giochi in casa.
      Pensa che io ho tre impianti sciistici qua in Abruzzo e non ci vado mai XD

      Moz-

      Elimina
  6. Mai fatta la settimana bianca, infatti non so sciare. Al massimo qualche giornata sulla neve, con gli amici, a fare gli scemi sullo slittino. Bei ricordi! Vorrei tornarci e provare lo snowboard!

    Quanto era bello da piccoli arrivare in hotel?? Mi sono ritrovata nelle tue parole.. ricordo ancora, in un viaggio con i miei, la prima sera in albergo. Due camere comunicanti ed io e mia sorella, piccole, nel lettone a guardarci i cartoni! Una cosa semplice, ma che ricordo sorridendo.

    Ho scritto un poema.. ciao! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, molto presto parlerò in modo approfondito degli alberghi, perché sono luoghi magici.
      Molto bello il tuo ricordo, grazie per averlo condiviso!^^

      Quanto alle giornate sulla neve... mi mancano anche quelle XD

      Moz-

      Elimina
  7. Settimane bianche no, mai fatte. Sono però stato in Alto Adige di recente per escursionismo e visite ai musei (Bolzano, Renon, Lago Carezza,...).
    Si respira proprio un'aria diversa, non solo per l'overdose di vegetazione ad alto fusto che veste le montagne, ma anche per i luoghi che hanno sempre un'area su misura per i bambini, non senti mai gridare per strada, mai un clacson che suona, gli autobus sono puntuali e il biglietto lo controlla l'autista sennò non sali...

    Si mangia anche molto bene: nel mio caso le cene erano sempre in albergo preso a mezza pensione, ma ho fatto vari pranzetti in trattorie con viste panoramiche e ne ho un ricordo molto piacevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi dire che noi del sud siamo incivili? XD
      Comunque vero, sono altri posti, una magia diversa per noi che arriviamo da altre parti d'Italia^^

      Moz-

      Elimina
    2. Sono pure io del sud eh?

      Elimina
  8. ora ti spiego il mio ordine di preferenze rispetto al pianeta

    1° la città
    2° il mare
    3° il lago
    4° la campagna
    5° la montagna
    6° la montagna di inverno. portarmi d'inverno in montagna e troverai un cadavere. di te che mi hai portato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, sei un city-boy assoluto^^

      Moz-

      Elimina
    2. idem come Francesco 😁
      ma quanto sei carino in questa foto?! ☺️

      Elimina
    3. Ahaha thanks, da piccolo ero meglio, si sa :p

      Moz-

      Elimina
  9. Andavo spesso a Passolanciano, ma solo per un giorno. Con le prime scivolate ho capito che non era più il caso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta lì ci sono andato anche io, sempre in giornata :)

      Moz-

      Elimina
  10. Mi trovi totalmente d'accordo, come sai anch'io ogni anno in quegli anni andavo a Roccaraso con i miei nonni (che le organizzava le gite) e i miei genitori, e praticamente facevo e mi piaceva quello che facevi tu, tranne che imparare a sciare, non ero per niente capace. In ogni caso sono ricordi davvero stupendi, i tuoi e i miei ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insomma... andavi in una vacanza dove si scia... senza sciare :)
      Sei un mito!
      Mi fa piacere che tu ti sia ritrovato nel mio racconto^^

      Moz-

      Elimina
  11. Risposte
    1. Anche qui, ma non abbiamo impianti di risalita XD

      Moz-

      Elimina
  12. Anch'io ho un'insana passione per gli hotel. credo di ricordare tutti quelli in cui sono stato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai... credo anche io Oo
      Bellissimo.

      Moz-

      Elimina
  13. Mai fatto settimana bianca, ero uno di quelli che rimaneva a scuola e francamente non ho mai capito perché aspettavano il ritorno dei fortunati per andare avanti col programma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma perché, ci si andava in blocco, in settimana bianca??
      Io ricordo che ogni volta telefonavo a qualcuno della mia classe per farmi dire cosa avessero spiegato i professori :)

      Moz-

      Elimina
  14. Bellissimi ricordi di infanzia, la montagna, poi! Meravigliosa d'inverno e d'estate.
    Ciao Miki.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, anche d'estate è magnifica... Ma infatti sarà l'argomento di un post estivo XD

      Moz-

      Elimina
  15. Io mai fatta...
    Hanno provato a portarmi sulla neve qualche anno fa, ma è stata un'esperienza bruttina :S
    Preferisco il mare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, e sei tipo da marina, va bene uguale :)

      Moz-

      Elimina
  16. Beh che dirti? Sono iscritta al CAI e credo che è tutto detto...
    Abbraccio

    RispondiElimina
  17. io non ho mai fatto la settimana bianca
    al massimo andavamo il sabato mattina, bigiando scuola con la benedizione di mamma e papà...
    però certe cose me le ricordo benissimo, perché sono similari ai viaggi che facevo con la mia famiglia... e che belli che erano!
    pause in autogrill con camogli e aranciata incluse

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, io Ghiotto e Coca Cola :)
      W i viaggi coi genitori!

      Moz-

      Elimina
  18. Io non so sciare, l'unica volta che ho fatto la settimana bianca è stato in 4° liceo a Borgata Sestriere coi miei compagni di liceo nell'intorno di Capodanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figata, una vera vacanza da video anni '80 :)

      Moz-

      Elimina
  19. Caro Miki che belli i tuoi post di ricordi come questo :)
    Io non ho fatto mai specificamente una settimana bianca ma con la mia famiglia specie negli anni '80 e inizio dei '90 ho viaggiato molto in lungo e in largo per l'Italia. In modo un pò diverso dal tuo però perchè raramente andavamo in hotel, avendo parenti e amici cari sparsi un pò dappertutto si finiva per essere ospitati da loro ;)
    La "vita da hotel" vera e propria me la sono goduta sai quando? A Venezia, Opatija e Trieste, in luna di miele :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, anche io ho spesso girato l'Italia in lungo e in largo... E' fico anche andare dai parenti e amici, per poi ricambiare e farsi venire a trovare **

      Moz-

      Elimina
  20. Che posso dirti a me la montagna non piace ne d'estate (che devi stare attento dove metti i piedi per non pestare cacche di mucca) ne d'inverno.
    Ci vado per carità per portare la piccola sulla neve però massimo una giornata non di più.
    E poi come deterente c'e il fatto che sciare costa e se decidi di fare uno sport del genere devi essere costante e io non lo sono per svariati motivi tra i quali cè che non ho una compagnia di amanti della montagna ,in primis mia moglie.
    Poi non mi piacciono nemmeno le camminate fatte in montagna ...mettono malinconia.
    Amo quello che mangi nei ristoranti sui monti e negli alberghi questo si..!
    Non ho ricordi di settimane bianche quindi, giornate si ma settimane no e non ricordo nemmeno gite , solo una volta con la compagnia non particolarmente amante dei monti siamo andati all'avventura sulla pista da scii.
    Subito piste nere...quanti RABALTONI AHAHA!!!
    E' stata un'esperienza PERICOLOSISSIMA e incosciente da cretini di 20 anni .
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti...! Siete stati dei pazzi!! :o
      Ma non hai avuto paura?
      Io una volta sono finito per sbaglio su una pista difficile e ancora mi sto cagando addosso... tolsi gli sci, mi inoltrai in un boschetto... mamma mia...
      Comunque sì, hai ragionissimo: praticato così è solo un vezzo per una settimana, non può esserci costanza a meno che tu non viva in zone sciistiche!

      Moz-

      Elimina
  21. A quell'età non puoi' avere paura!
    Sei incosciente.
    Siamo andati su quell'impianto sciistico perche quella volta in compagnia c'era un ragazzo che all'epoca era moroso di una nostra amica e sapeva sciare.
    Dopo 5 minuti che ci aveva insegnato lo spazzaneve siam andati subito sulla pista nera.
    Io salendo con lo skylift ho preso in pieno il palo dove scorre il binario alla Fantozzi ahahah!!!
    Poi scendevo dritto e aquistavo troppa velocità non avevo capito che dovevi scendere a zig zag e poi lascia stare il modo in cui frenavo...mi rotolavo quando vedevo che c'era qualcuno che sapevo non sarei riuscito ad evitare.
    Quante botte mi son preso ...il giorno dopo ere tutto indolenzito.
    Comunque l'ultima discesa mi ha portato giu' il tizio che sapeva sciare ,io davanti e lui dietro ad incastro ahahah!!!
    Quella che è finita peggio è stata la sua morosa è tornata a casa con una botta in fronte.
    Al ritorno correva come un disperato sui 200 all'ora perchè voleva portarla in pronto soccorso...non aveva un cazzo alla fine.
    Non so se ho rischiato di piu' in macchina o sulla pista da scii.
    Se son qua a raccontartelo...meglio non farsi troppe domande!
    Ciao Michele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oo
      Mamma mia... tra il tragico e il comico!! XD
      Guarda che sei stato fortunato eh, rotolarti in pista nera dopo una velocità del genere...! XD

      Moz-

      Elimina
  22. Non esageriamo dai...a me sembrava tutto sotto controllo (anche la mia velocità).
    Non facevo la valanga se rotolavo ahaha!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, non so, vedo queste cose... comiche come nei cinepanettoni, ma pericolose nella realtà XD

      Moz-

      Elimina