[EVENTI] Teramo Comix & Games 2017, cronaca di una fiera


E anche quest'anno la fiera è passata: Teramo Comix & Games 2017!

Venticinquesima edizione della fiera del fumetto più importante dell'Italia centrale, la più grande a ingresso gratuito.
Come lo scorso anno, riconfermata l'accademica location: l'Università degli Studi di Teramo.
Ci sono stato per voi, due giorni: ecco il mio resoconto!

Innanzitutto poteva essere per me una fiera speciale, visto che un mio intervento figurava nel programma, all'interno della conferenza con il Dr. AntiHdemico.
Però non se n'è fatto niente... evvabbè. Recupereremo, in qualche modo!
Conoscete il mio odi et amo con questi eventi: finisco sempre per non cagarmi i fumetti e prendere altro. In sostanza quest'anno per me è andata meglio rispetto al precedente. Ok, ho fatto fuori un po' di film, ma ho preso anche qualche fumetto:

i miei acquisti

Mi sono imbattuto nel bravissimo Valeriano Fatica, artista che scolpisce frutta, vegetali e pezzi di formaggio.
Ecco cosa stava realizzando (dal giorno precedente, mi dice!):

verde o rosso?

Mi son goduto la conferenza con ospite Emanuela Pacotto, famosa voce di Bulma (Dragon Ball), Nami (One Piece), Rina (The Slayers), Sakura (Naruto) e Jesse (Pokémon). Una grande artista che apprezzo da sempre, una ragazza bellissima che ama l'animazione giapponese.
Le ho chiesto di Utena, che è una delle mie serie animate preferite, dove lei presta la voce proprio all'omonima protagonista.
Ha parlato di doppiaggio (interpretando al volo Bulma, Nami, Jesse) e risposto alle domande dei presenti: peraltro una domanda verteva sulle censure e la sua risposta non è stata molto diversa dalla situazione che vi raccontavo in questo articolo sugli adattementi degli anime visti con gli occhi di oggi.

Dellimellow e Emanuela Pacotto

Peraltro, sono anche riuscito a farmi una foto con lei. Disponibilissima. L'avete vista sul canale Telegram del Moz O'Clock (a proposito: entrate a farne parte che ci divertiamo ancora di più! Cercate @mozoclock), ve la riproporrò qui a fine mese.

Ho visitato la mostra di Carmine Di Giandomenico, autore italiano attivo negli Stati Uniti (ora è alle prese con Flash della DC Comics).

parte della mostra

I nerd: ci sono tipi assurdi capaci di vedere una ragazza vestita da Supergirl e dire che è la fidanzata di Capitan America. Spero stessero parlando delle persone reali, al di là del costume carnevalesco. Ma non ho visto nessun Cap in giro.
E questo mi spinge a farmi delle domande.
Come l'altro cosplayer che, dopo avergli chiesto da cosa fosse vestito, mi risponde con un generico "steampunk". Io "ok", e lui mi snocciola tre o quattro nomi tra cui Giulio Verne. Che magari è considerabile come precursore o ispiratore del genere narrativo in questione, ma non era steampunk.
Sì, e Dante Alighieri è un autore horror.

chi è più americano tra Moz e un alieno?

La puzza di sudore. A volte arrivavano certe sbafagne assurde: e pensare che pochissimi giorni fa c'era stata un'emergenza idrica, mezza giornata senza poter utilizzare l'acqua (forse contaminata). Tutti nel panico, e tutti volevano sapere se almeno ci si potesse lavare: e allora perché PORCAPUTTANA NON VI LAVATE?
Che poi se l'acqua fosse contaminata, sareste pure contenti di -magari- diventare dei fottuti mutanti!

alcuni stand

Ribadisco: ho un rapporto conflittuale con queste fiere. Confusione, frenesia, poco tempo per godersi con calma il tutto cercando quel che ti serve.
Un espositore ha sentito la mia lamentela e ha detto che però le fiere servono, perché spingono la gente a visitare gli stand e acquistare opere: pare che in pochi frequentino le librerie al di fuori di questi eventi, piccoli e grandi.
Io penso di preferire più mercatini dell'antiquariato e modernariato, che trattano anche fumetti.
perché cerco sempre delle cose vecchiotte che qui trovo raramente.

34 commenti:

  1. Mi dispiace che sia saltato l'intervento col prof AntiHdemico.. al quale ti eri anche preparato.. uff.. a Roma ci sono negozietti specializzati in fumetteria vintage.. ben frequentati da precisi target.. punti di riferimento perlomeno sempre presenti.. non ci si può affidare solo a fiere saltuarie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ma qui purtroppo non siamo a Roma... questo è.
      La differenza si sente, in questi dettagli^^

      Moz-

      Elimina
  2. Mio unisco a Franco per il dispiacere per il tuo intervento saltato. So che vuol dire quando accadono fatti di questo genere. Per il resto hai confermato quello che già sapevi, luoghi di caos e confusione rispetto a quello che tu preferisci per assaporare un fumetto che potresti voler acquistare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma alla fine tranquillo per la conferenza, si recupererà in qualche modo (ho questo spazio, il blog, dove poter comunque parlare dell'argomento)^^
      Sì, alle fiere c'è sicuramente caos...

      Moz-

      Elimina
  3. Hai toccato un tasto veramente dolente!
    RAGAZZI, LAVATEVI LE ASCELLE!!!!! ESISTONO INVENZIONI FANTASTICHE COME SAPONE E DEODORANTE!
    Nelle fiere si muore per il fetume quando si è in coda all'ingresso o nella calca di stand ed eventi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi ci credo che bullizzano o deridono i nerd... Non danno certo una buona impressione :p

      Moz-

      Elimina
  4. Caro Miki,
    parto da questa considerazione: "ho un rapporto conflittuale con queste fiere. Confusione, frenesia, poco tempo per godersi con calma il tutto cercando quel che ti serve".

    E' uno dei motivi per cui evito queste fiere: troppa bagarre, troppo casino. Sono uno che odia i posti iper affollati :D

    Il secondo motivo è che le mie finanze rischiano davvero il collasso, con la partecipazione a una fiera del fumetto.

    Ciò detto mi dispiace che sia saltata la conferenza: dovrete in qualche modo recuperare sul web le vostre argomentazioni. Perché ora sono curioso...

    ps figa la maglietta adidas che hai

    ps2 Emanuela Pacotto è brava..e gnocca :D. Utena? Sono andato a vedere cosa fosse su google XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Utena, assieme a Lady Oscar e He-Man, è il mio cartoon preferito :)
      La conferenza la recupereremo in qualche modo... abbiamo diversi spazi online dove farla :)

      Io non odio i posti affollati, anzi... ma certe cose voglio godermele in pace senza il nerd capellone con la maglia metallara che puzza intorno a me...XD

      Moz-

      Elimina
  5. Io al Comics di Lucca non ci vado da due o tre anni. Capisco l'insofferenza che provi. Però è comunque fico poter incontrare certi personaggi e avere a disposizione un miliardo di libri e fumetti che altrimenti dovresti cercare ovunque (o su amazoz).

    L'anno prossimo ci becchiamo lì, dai (lo dico ogni anno).

    CervelloBacato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'anno al Lucca Comics dovrei esserci, sai?
      Ecco: su Amazon acquisti e via.
      Hai anche degli sconti.
      Alle fiere le cose costano tanto, e alla fine manco puoi sfogliarle in santa pace, vederle, toccarle... quindi davvero vince il virtuale?

      Moz-

      Elimina
  6. Bel reportage Miki, bene hai fatto ad andare...
    Io non sono una grande esperta ma mi piace e pian pianino imparo, anche grazie a te.
    Posso dire che, diversamente dal tuo pensiero, approvo molto questi eventi.
    Magari con maggior organizzazione la cosa potrà esserci anche in altri luoghi, magari più vicino a me (a Napoli si fa, ma io non sono di lì).
    Abbraccio forte, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono contrario all'evento in sé, anzi.
      Sono io che sono insofferente... Volevo provare a vederlo dall'altro lato della barricata, quest'anno, ma non se n'è fatto niente. Chissà in futuro...

      Moz-

      Elimina
  7. Mi spiace che il vostro intervento sia saltato, tutto sommato percepisco che l'hai presa bene.

    Sui cosplayer ho già detto un paio di volte cosa ne penso: una fiera non è un carnevale, e la tua cronaca dimostra quanto questi "simpatici figuranti" (eufemismo) sappiano chi stanno rappresentando.

    Non c'è paragone tra una fiera e una libreria/fumetteria, magari dell'usato: nella seconda mi ci perdo volentieri, nella prima mi perdo per assenza di riferimenti.

    Telegram: ci ero entrato nel tuo canale ma ne sono uscito per via di un senso di disagio causato da certa satira e da certe cronache gastronomiche che proponi. Insomma non mi ci stavo divertendo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, alla fine tranquillo: la cosa si recupererà in qualche modo^^

      Sì, anche io sono per le librerie/fumetterie! E per i mercatini vari... :)

      Quanto a Telegram: ti riferisci alle foto delle grigliate? Non ho capito...
      Comunque non è che sia satira, sono resoconti di ciò che faccio durante il giorno (se ti ha dato fastidio qualcosa di specifico dimmi pure che ne parliamo, eh!)

      Moz-

      Elimina
  8. Wow un altro professore che sputa sentenze sui cosplayer...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho sentenziato nulla, sui cosplayer... Hai bevuto?

      Moz-

      Elimina
    2. Pardon è mancata la netiquette. . Intendevo il prof gas75

      Elimina
    3. Senti, possiamo provare ad avere un dialogo civile?
      Mi interesserebbe sapere come mai ce l'hai spesso con me o con alcuni della mia community.
      Cosa è successo?
      Perché, se non ti va bene quel che scrivo, continui a leggermi?
      Sono curioso, davvero.

      Moz-

      Elimina
  9. E io che aspettavo la diretta su FB... 😥
    Vabbè... vorrà dire che farai la tua conferenza solo per noi qui sul blog, giusto? 😉
    Io vado sempre al Lucca Comix ma non torno mai a casa pienamente soddisfatta... amo fare le cose con calma e tutta quella gente mi deconcentrato e mi innervosisce anche un po'...
    Però, alla fine, ci vado ogni anno...
    Un abbraccio! 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo: in qualche modo recupereremo! :)
      Ehehe, hai descritto bene il mio senso di disagio.
      E' tutto qui, purtroppo :)

      Moz-

      Elimina
  10. Spiace per l'intervista ma il divertimento non t'è mancato, comunque adoro la voce della Pacotto, che fortuna a incontrarla ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei è disponibilissima, davvero. Ama questo mondo, scherza, sa che è fortunata a svolgere un lavoro così :)

      Moz-

      Elimina
  11. Mi associo al coro dei pro-sapone: il tempo speso a lavarsi è tempo ben speso e aumenta la probabilità di conquistare una ragazza travestita da fidanzata di Capitan America.

    RispondiElimina
  12. Mille grazie per questo reportage! Visto che non ci sono andata mi hai fatta sentire partecipe :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, a me fa piacere, davvero^^

      Moz-

      Elimina
  13. Posti del genere non faranno mai per me, mi ci sentirei fuori posto.
    Ho provato ad andare a quella della mia città, ma mi sentivo troppo vecchio ed inadeguato di fronte alla marmaglia di ragazzini e ragazzine che c'erano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.s: io sul sapone la penso un po' diversamente. Non è che non si lavano è che semplicemente stare per ore in posti chiusi in mezzo alla calca e dove non circola aria mi pare normale che la gente comincia a sudare e a non emanare un bell'odore.
      Succede anche ai concerti e durante qualsiasi serata in un pub o discoteca.

      Elimina
    2. ahahha, lo volevo dire io ma avevo paura dei buuu.

      Peraltro io sono sudorefobico :D e tendenzialmente farei una doccia anche dopo una lieve e quasi impercettibile sudatina :D

      Elimina
    3. Beh ma anche io sudo, eh!
      Solo che metto il deodorante! E se vedo che si è in certi periodi dove il sudore ha un cattivo odore ancora più acre, allora cambio prodotto...!^^

      Moz-

      Elimina
  14. Ottimi acquisti vintage! Eh i nerd, o sedicenti tali, sono una brutta bestia. Io sono cinque anni di fila che vado a Lucca Comics, sono stato un paio di volte a Cartoomics e diverse volte anni fa a Fumettopoli Milano, personalmente non ho grossi problemi con il casino ma effettivamente a volte la pazienza viene messa veramente in difficoltà. Ormai non vado più alla ricerca di arretrati ma di titoli ben precisi e qualche action figure. Lucca ormai la prendo come una vacanza, ci passo qualche giorno, la mia compagna fa cosplay e ci divertiamo a fotografare gli altri.

    Arcangelo

    Ps: mi sa che era davvero colpa di google...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arretrati in sé nemmeno io, ma riviste-fumetti-magazine vintage (dagli anni '90 in giù) sì.
      Meno male, pare che Google sia rinsavito: se hai problemi, puoi comunque scrivermi su FB^^

      Moz-

      Elimina
  15. Risposte
    1. Purtroppo nessuna partecipazione :)

      Moz-

      Elimina