[FUMETTI] Paperinik Le Origini - la recensione


E' in edicola un nuovo volume Disney, primo di una nuova collana di grandi dimensioni (le stesse di Tesori International).
Si tratta di Paperinik Le Origini: circa 300 pagine che raccoglieranno -in ordine cronologico e in edizione integrale- tutte le storie del papero mascherato.
Dal 1969 all'epoca moderna.

Ma saranno davvero in edizione integrale? Ce lo spiega un amico, esperto Disney...

PAPERINIK, CHI SEI?

Paperinik nasce alla fine degli anni '60 come omaggio/parodia di Diabolik.
L'intuizione è di Elisa Penna (strana coincidenza: anche Diabolik è un'idea femminile, delle mitiche sorelle Giussani). Inizialmente non è il supereroe che conosciamo oggi, quello che ha avuto persino un apprezzato e lungo spin-off/what if... con PK.
Era un vero e proprio diabolico vendicatore, era Paperino che indossava finalmente i panni di un vincente, per farla pagare a chi, ogni giorno, lo sfruttava e derideva.
E il primo volume di Paperinik Le Origini -nove storie per cinque avventure complete- racconta proprio l'entrata in scena di Paperino con la sua nuova identità, ottenuta grazie alla sua visita a Villa Rosa.

LE STORIE

Chi ha già comperato nel recente passato gli albi Paperinik Appgrade, beh, tutte queste storie le ha già.
Ma è una bella iniziativa quella di raccogliere cronologicamente le storie a fumetti di Paperinik.
La copertina del primo volume è proprio quella del primo albo Paperinik Appgrade, tra l'altro.
Il volume contiene le seguenti avventure:
Paperinik il diabolico vendicatore;
Paperinik alla riscossa;
Paperinik torna a colpire;
Il doppio trionfo di Paperinik;
Paperinik e la giustizia ultrasonica.
Saranno davvero in edizione integrale, come ci tiene a far sapere la Disney/Panini Comics?

IL COMMENTO DELL'ESPERTO

L'ho chiesto a Andrea87, che oltre a essere un assiduo Clocker (e prestissimo sarà ospite qui!), è anche un grande appassionato Disney e ne sa davvero! Ecco cosa ci ha detto riguardo Paperinik Le Origini:
"Prendete la prima storia dell'albo, fermatevi alla 19a tavola e recitate a voce alta una battuta, consci di stare declamando una frase storica del fumetto italiano: 
'Questo pelandrone non e' nemmeno capace di derubare un sordomuto cieco e paralitico' 
Fatto? No? be', ovvio, avete tra le mani "solamente" l'ennesima ristampa censurata del Paperinik degli esordi, quel personaggio noir che il suo creatore, il professor Guido Martina, aveva plasmato ad immagine e somiglianza al "re dei fumetti neri", Diabolik, concedendosi azioni al di fuori della legalità e del politically correct, almeno per gli standard attuali.

 Pubblicare per l'ennesima volta (solo la prima storia conta, con questa, ben 17 ristampe in 48 anni!) questi capisaldi del fumetto italiano in versione mutilata si rivela quindi una grossa occasione persa per avere una raccolta delle prime mitiche avventure del diabolico vendicatore a quasi 50 anni dalla loro uscita originale (e, di fatto, mai più riproposte in quella forma).
E di ben poco varia il voto finale sapendo che sono state reintegrate le prime pagine delle seconde puntate, in luogo delle versioni "condensate" ristampate quasi sempre in passato...

(se vi interessa approfondire il discorso, vi consiglio di consultare questo link di Papersera che affronta in maniera analitica le tante censure che hanno afflitto le prime tre storie di Paperinik)".


Dunque, Clockers: si può gioire per l'uscita di questa raccolta cronologica, pur sapendo che è, di fatto, censurata rispetto agli originali dell'epoca e che non vedremo mai più l'edizione del 1969...

60 commenti:

  1. Ennesima ristampa delle solite cose, anche in casa Disney/Panini...
    Le origini di Paperinik sono state già ben raccontate nel mensile "Paperinik e altri supereroi", perché invece non dedicare un volume sulle origini editoriali di Amelia (a oggi inedito!), Macchia Nera (esiste ma non viene ristampata da decenni!)?
    Il "vero" Paperinik è quello presentato in questa pubblicazione, poi l'hanno stravolto, e ora tornano a raccontare l'originale... Poi dice che uno non ci sta all'aumento dei prezzi! Ovvio, mi rivendi la stessa minestra invece di riscoprire storie dimenticate e mai organizzate in una monografia!

    La vignetta col testo rimaneggiato è così anche nelle ristampe che ho di questa storia. -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo l'originale è solo sul topo del '69...

      Elimina
    2. Dunque, diciamo che viene considerata canonica, ormai, questa versione.
      Eppure chissà quanti soldi farebbero con la vera edizione del 1969! :)
      Su Macchia Nera posso dirti che in Tesori International Disney hanno pubblicato la serie col "ritorno" del personaggio, by Paul Murry.

      La Disney/Panini comunque si sta muovendo bene, tra ristampe e qualche chicca.
      Per me ha le carte in regola per farci vedere figate misconosciute.

      Moz-

      Elimina
  2. Ecco! Paperinik mi ha sempre affascinato più degli altri... (certo mai come l'immaginario sapore dello stufato di Nonna Papera.. ), era il lato finalmente vincente del derelitto Paolino, così come anche Superpippo.. strano che con queste premesse non mi sia mai affezionato al mondo Marvel per esempio.. comunque si, in comune con Diabolik giusto un IK finale, ma in quanto a storie, Paperinik tutta la vita.. ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io tra i supereroi Disney tifo Paperinik (e sono contento di ciò che si vocifera: un suo cameo all'interno della prossima serie animata DuckTales **)

      Moz-

      Elimina
    2. Dopo aver letto Paperinik New Adventures, Paperinik è mito nel mito...

      Elimina
    3. Io preferisco l'originale, sono sincero^^

      Moz-

      Elimina
    4. Diciamo che Paperinik ha attraversato queste fasi:

      - inizialmente vendicatore di Paperino nei confronti di Paperone e Gastone, nonché su Rockerduck e sui piani criminali che ordiva (il Rockerduck odierno è invece un affarista un po' scorretto);
      - tra gli '80 e i '90 diventa supereroe della città che insegue tementi criminali;
      - con Paperinik diventa supereroe a tutto tondo.

      Elimina
    5. No, io intendevo che preferisco Paperinik a PK.
      E apprezzo se le storie e i personaggi di PK (evroniani e via dicendo) si inseriscono nelle storie ufficiali paperikiane :)

      Moz-

      Elimina
  3. Ecco, questo potrebbe farmi tornare ad acquistare fumetti: Paperinik è sempre stato il mio preferito (ma anche lo stesso Paperino, con la sua splendida filosofia di vita di starsene il più possibile "spoltronato a poltrire in poltrona"...) :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... anche se dopo aver letto l'accenno alla censura politically-coglion mi è venuta l'orticaria... :(

      Elimina
    2. Eh, purtroppo il capitalista Paperone non è così d'accordo...!
      Comunque ho deciso di farla tutta, questa collana. In fondo, io ho sempre amato Paperinik^^

      Moz-

      Elimina
    3. Ci siamo commentati assieme XD
      La censura purtroppo è stata attuata già dal 1970 e i veri testi mai più recuperati.
      Che vogliamo farci... Non cambia il senso della storia, ma non possiamo assaporare più "gli altri tempi"...

      Moz-

      Elimina
  4. Paperinik mi è sempre piaciuto, sempre letto ma in ogni caso bella iniziativa della Disney ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ci voleva una raccolta filologica delle sue avventure :)

      Moz-

      Elimina
  5. Una collana interessante.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  6. Paperinik è un grande. Gli altri fanno c......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente rispetto agli altri supereroi è il più indovinato e figo, ma anche Paper-Bat non è male^^

      Moz-

      Elimina
  7. Caro Miki,
    questo volume lo prenderò sicuramente. Per me sono tutte storie praticamente inedite: a parte un paio che avevo nel n.2 del primo Paperinik che con altri volumetti è perso in qualche meandro della mia cantina.

    Inedite nel senso che non le posseggo, ma le ho lette.

    E lessi proprio la versione originale della prima, mitica storia, dal figlio (più grande di me) di un'amica di mia madre e risi un sacco sulla battuta del paralitico.

    Ma quando eravamo piccoli, c'era molto meno politically correct. Però secondo me eravamo più rispettosi, perché sapevamo quando iniziava lo scherzo e quando finiva..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente il fumetto originale del '69 era entrato in suo possesso comprato a caro prezzo (per l'epoca) da un tizio che si stava sbarazzandosi dei suoi topolini :D

      Elimina
    2. Ha un tesoro, in sostanza!! :o
      Vero: eravamo FORTUNATAMENTE meno politically correct, oggi regna il buonismo più estremo e non è una gran cosa.

      Moz-

      Elimina
    3. Purtroppo è la società di oggi...

      Moz-

      Elimina
  8. Ma non sei un po' meno "maschilista" adesso che ti sei reso conto che anche dalle menti femminili possono nascere grandi cose? 😉
    Mi piace molto Paperino e mi è sempre piaciuto anche il suo alter ego... peccato per le censure!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, io ho sempre amato le sorelle Giussani e sono consapevole che solo due donne come loro (avanti ANNI LUCE rispetto al resto della razza :p) potevano concepire Diabolik e Eva Kant :)

      Le censure sui testi di Paperinik purtroppo ce le teniamo così perché ormai è questo il testo considerato "canonico". Penso il casino che succederebbe se pubblicassero l'edizione del 1969...! :O

      Moz-

      Elimina
  9. Di Paperinik ho un vago ricordo; forse avevo una videocassetta quando ero piccola ma non ci giurerei :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impossibile, perché non esiste in animazione (purtroppo)^^. Speriamo nel nuovo DuckTales.
      Forse tu avevi Darkwing Duck :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ho cercato le foto, è luiii xD
      Ecco perché avevo ricordi confusi :-D

      Elimina
    3. Ehehe, grande Darkwing, è il prossimo reboot Disney che vorrei^^

      Moz-

      Elimina
  10. Le storie sono stupende, tra le più importanti storie Disney di sempre. Il Doppio Trionfo di Paperinik è una delle mie preferite di tutto ciclo di storie principali di Martina dedicate al personaggio. Si tratta comunque di storie ristampatissime (ne I Classici, in volumi di qualche decennio fa uguali a questo, e nei primi volumi di ogni testata di Paperinik, destinata a chiudere e riaprire sotto altri nomi all'infinito) ma comunque se questa era una testata integrale, fatta apposta anche per quella fetta di appassionati, sarebbe stata tutto meno che inutile. Invece il fatto che ripetano ancora della sua "integralità" lascia molto l'amaro in bocca...Di Guido Martina amo i botta e risposta, completamente geniali e divertenti, e in questo modo perdono gran parte del proprio valore. Resta comunque imperdibile se mancano alcune di quelle storie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che ormai siano considerate canoniche queste versioni, e le altre amen, non esistono più.
      E' vero: sono storie ristampate ovunque ma in fondo mancava un'edizione filologica della grande saga di Paperinik... vediamo fin dove arrivano, io spero almeno fino a tutti gli anni '90^^

      Moz-

      Elimina
    2. Non voglio rovinare l'euforia, però...Su Anteprima dissero che erano due volumi. E' vero che hanno dimostrato più volte di non sapersi MAI mettersi d'accordo, però non si sa mai.

      Elimina
    3. Umh... e non han scritto 1 di 2?^^

      Moz-

      Elimina
  11. Scusate, io da qualche parte ho un volume della serie "Io, topolino" di quelli che arrivavano in omaggio agli abbonati negli anni settanta e ottanta. il titolo è ovviamente "Io, Paperinik" e mi sa che le versioni sono quelle coi testi...pesanti del buon Martina... Può essere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IO PAPERINIK fa parte delle pubblicazioni censurate, ma non contiene nemmeno le versioni pubblicate in questo volume, bensì una via di mezzo (le censure si sono sovrapposte a ondate fino ad arrivare ai primi anni '90 quando si sono stabilizzate nella versione attualmente in edicola)

      per esempio, la battuta che ho citato nell'articolo, in quel volume diventa:

      "Questo pelandrone non e' nemmeno capace di derubare un cane randagio del suo osso"

      Elimina
    2. Ciao Bonzo! :)
      Ha già risposto il massimo esperto Andrea, io nemmeno ti avrei saputo dire di più...
      E' vero per i testi "di passaggio", ora stabilizzatisi con l'attuale noci/scoiattolo^^

      Moz-

      Elimina
  12. epperò io la cosa del paralitico me la ricordo... mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai modo di recuperare quel tuo volume? Sarebbe uno scoop ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Ho controllato. Confermo ahimè la censura :( cmq pare siano solo due volumi, o almeno ordinandomelo il mio fumettiere di fiducia mi ha detto "qui c'è scritto uno di due"

      Elimina
    3. Comprato oggi il volume,

      secondo me Bonzo ti riferivi alla seconda battuta ("Non sei capace di rubare a un paralitico con le mani legate alla schiena").

      Anche io probabilmente sono caduto in quell'equivoco :D

      Elimina
    4. Ah ecco! Giusto! ;) or ora sto leggendo "i migliori anni" n.16, una storia di topolino Kid. Dal lettering secondo me è censurata... qualche "muso rosso" sostituito da perifrasi direi, a naso

      Elimina
    5. Ah ecco! Giusto! ;) or ora sto leggendo "i migliori anni" n.16, una storia di topolino Kid. Dal lettering secondo me è censurata... qualche "muso rosso" sostituito da perifrasi direi, a naso

      Elimina
    6. Eh, ne han corretti, di testi!!
      Ma questo è: credo proprio che la versione del 1969 non la rivedremo mai più... :)

      Moz-

      Elimina
  13. Disgustosa ostentazione di plutocratica censura :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, grandissima citazione^^

      Moz-

      Elimina
  14. Grande Paperinik !! Ho sempre preferito Paperopoli a Topolinia. Le avventure di Paperino, Qui, Quo, Qua e Zio Paperone mi sono sempre piaciute.

    Paperinik poi era spettacolare la giusta rivincita del povero Paperino, però a me ricordava più Batman che Diabolik.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi sì, sicuramente è più supereroe.
      Ma nelle primissime storie, era un diaboliKo vendicatore, che la faceva pagare a Paperone e Gastone :)

      Moz-

      Elimina
  15. Io ho i primi due quello con Paperino che scopre i segreti di Villa Rosa ed un altro di cui ora mi sfugge il titolo. Erano i classici credo dove vi erano più racconti. Erano fantastici. Se questo volume li contiene aggiungendone altri penso proprio che lo comprerò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è il primo volume di (spero) un'edizione che arrivi quantomeno a tutti gli anni '90: dunque, questo volume contiene le storie dal 1969 al 1970 e non è finita così perché poi vedremo le altre.
      Ho deciso di continuare la collezione^^

      Moz-

      Elimina
  16. Queste storie le ho lette "in diretta" su Topolino che in quegli anni mia nonna mi acquistava tutte le settimane. Credo che collezionerò la serie fino al 1974. Tra l'altro ho incontrato Alberto Becattini proprio domenica scorsa e abbiamo fatto una lunga chiacchierata sui fumetti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stupendo.
      Quindi tu HAI quel Topolino del 1969?
      Se sì, hai un tesoro con una storia dai testi ancora integri... **

      Moz-

      Elimina
    2. No, tutti i miei vecchi "Topolino" sono andati purtroppo perduti nei labirinti del passato. Scambi, vendite, ecc.
      Pensa che avevo anche il numero 3 (1949!) e molti altri numeri successivi di quegli anni lontanissimi.

      Elimina
    3. Cazzarola, avevi davvero un tesoro **

      Moz-

      Elimina
  17. Risposte
    1. Ciao Jasper! Benvenuto!
      Sul volume c'è scritto che la collana è trimestrale, quindi se davvero esce tra tre mesi... immagino lo vedremo a agosto!^^

      Moz-

      Elimina