[SERIE TV] Twin Peaks 2017 parte 1-8, il megariassunto


Approfittando della pausa settimanale lungo la corsa della già cult Twin Peaks 2017, provo a fare un resoconto complessivo di quanto visto fino a ora.
Dico provo perché non è affatto semplice: la nuova serie (che non è una serie ma un film diviso in parti) è strutturata come una matassa che si dipana poco a poco ma non si sa bene come e su quale cornice.
Inoltre, ogni parte contiene quasi più elementi ed enigmi di tutto il narrato precedente!
Ma io ci provo, anche per fare un ripasso generale.

1945, 1956

Il test nucleare Trinity, in New Mexico, fa apparire sulla terra i demoni woodsmen, che iniziano a popolare il Convenience Store. L'atomica sembra anche aprire le porte della Loggia Nera: una creatura-madre infatti vomita le sue uova -tra cui BOB- sulla Terra.
Il Gigante (che forse non è lo stesso personaggio del passato), preoccupato per ciò che è successo, crea mentalmente il seme Laura Palmer che viene spedito nel nord-ovest degli USA.
Undici anni dopo, in New Mexico, una rana alata (nata da una delle uova) entra nel corpo di una ragazzina.

L'ODISSEA DI DALE COOPER

Prigioniero nella Loggia Nera da 25 anni, può finalmente uscire.
Ma le porte della Loggia sono ancora chiuse perché il doppelganger di Cooper (con all'interno anche BOB) non ha intenzione di tornare dentro. Il Cooper buono quindi viene fatto uscire forzatamente dal doppelganger del Nano (ora evolutosi in un albero elettrificato) e si ritrova in un luogo misterioso che fluttua nello spazio, da cui viene trasferito sulla terra perdendo completamente ricordi e identità.


LAURA NON C'E'

Poco prima, nella Loggia Nera, dopo aver sussurrato qualcosa all'orecchio di Dale, Laura Palmer sparisce risucchiata da una forza misteriosa.
Suo padre Leland, preoccupato, prega Cooper di ritrovarla.

IL PIANO DI BAD COOPER

Il Cooper cattivo ha continuato per anni ad agire con gente poco raccomandabile perseguendo piani ignoti. Ben sapendo di dover forzatamente ritornare nella Loggia Nera, fa in modo che un simulacro creato per l'occasione (non si sa da chi) rientri al posto suo: si tratta dello stralunato Dougie Jones, padre di famiglia con una doppia vita da giocatore e puttaniere.
Una donna -in contatto con Buenos Aires- invia dei killer a uccidere Dougie/Cooper ma costui si salva sia da un cecchino sia dall'esplosivo piazzato sotto la sua auto.
Bad Cooper ha una complice in segreto, e scoprendo un tranello alle sue spalle (ordito da Philip Jeffries?) che ha inviato Darya, Jack e Ray a farlo fuori, uccide i primi due e si fa incarcerare per poter ricevere informazioni da quest'ultimo, chiuso in una prigione federale.

DOUGIE JONES, CHI SEI?

Attraverso lo scambio forzato, Dougie Jones (che indossa l'anello verde) entra nella Loggia Nera al posto di Bad Cooper e qui si dissolve diventando una piccola sfera dorata.
Il Cooper vero invece appare proprio dove è sparito Dougie e viene scambiato per quest'ultimo, costretto quindi a vivere la sua vita di padre e marito. Ma MIKE e il Nano, dalla Loggia, cercano di stimolarlo in tutti i modi per farlo tornare in sé.
Nei panni di Dougie Jones -aiutato dalla Loggia- Cooper diventa milionario al casinò e lavorando come assicuratore scopre gli imbrogli dei dirigenti dello stesso a danno della sua compagnia, la Lucky 7.

RANCHO ROSA, WHAT?

Un sobborgo stranissimo dove Dougie incontra Jade, una prostituta.
Quando ricompare Cooper, è Jade a trovare la chiave del Great Northern Hotel e a rispedirla a Twin Peaks.
Rancho Rosa è una cittadina strana, apparentemente deserta. Qui vivono anche una madre e un ragazzino: lei ha evidenti problemi di tossicodipendenza e alcoolismo.

INTANTO A LAS VEGAS

Un ricco imprenditore è invischiato in un giro losco, e dopo un ordine ben preciso, invia un assassino a uccidere la donna in contatto con Buenos Aires e Dougie Jones.
La prima viene fatta fuori, mentre Dougie/Cooper, riacquistando la lucidità, si salva dall'attentato.

NEW YORK, NEW YORK

Un milionario sconosciuto ha fatto costruire una enorme scatola di vetro ripresa ventiquattr'ore su ventiquattro. In questo contenitore sembra che ogni tanto appaia qualcosa, e a farne le spese sono due ragazzi che vengono trucidati da un essere materializzatosi lì.
Appena prima si era materializzato anche Cooper (quando è stato fatto uscire forzatamente dalla Loggia), ma pare non sia stato ripreso dalle telecamere.

BRIGGS E IL PENTAGONO

In una cittadina del Sud Dakota viene ritrovato un doppio cadavere: la testa è di una bibliotecaria, mentre il corpo di un uomo che si rivela essere il maggiore Briggs.
Garland Briggs è ufficialmente deceduto nella primavera del 1989, ma le sue impronte digitali continuano ad apparire ovunque per oltre venti anni. Il Pentagono decide di intervenire.
Nel corpo senza testa di Briggs viene rinvenuta la fede nuziale di Dougie Jones.
La bibliotecaria è invece stata fatta fuori dal preside del liceo locale, la cui moglie conosce il Cooper cattivo e da questi viene uccisa.

DIANE, SONO PASSATI 25 ANNI

Quando il Cooper cattivo si fa arrestare per raggiungere Ray, la notizia della sua cattura arriva al suo vecchio amico e superiore Gordon Cole.
Così, Gordon e Albert si fiondano in Sud Dakota per incontrarlo. Ma subito si accorgono che qualcosa non quadra. Lui giustifica i 25 anni di assenza dicendo di aver lavorato sotto copertura, ma Gordon non la beve. Mentre l'agente Tamara Preston analizza le impronte scoprendo che una è speculare rispetto a quella del vero Dale, Gordon e Albert portano Diane da Cooper per farlo incontrare da chi lo conosce meglio di chiunque altro. L'ex segretaria e amica di Dale, conferma i sospetti di Gordon: quello chiuso in cella non è il vero Cooper.

RAY SPARA, JEFFRIES RISPONDE

Ma il Cooper cattivo ha ben altri piani per la mente e ricattando il direttore del carcere riesce a evadere assieme a Ray. Quando prova a carpire a quest'ultimo le informazioni che desidera, riguardo alcune coordinate, Ray gli spara. In quel momento appaiono i demoni woodsmen che soccorrono il Cooper cattivo, e che probabilmente estraggono da lui BOB. Bad Cooper si risveglia, mentre Ray parla con Jeffries di ciò che ha fatto (e ha visto).

I (NUOVI) SEGRETI DI TWIN PEAKS

La signora Ceppo chiama Hawk per metterlo in guardia su qualcosa che manca e che riguarda Cooper; Hawk alla fine trova le pagine strappate del diario di Laura Palmer, dove si fa riferimento alla frase di Annie "il buon Dale è nella Loggia e non può uscire".
Harry Truman è malato, il suo posto è preso dal fratello Frank.


Chad è un poliziotto cinico e corrotto, Bobby Briggs ora è agente e indaga su un ragazzo morto di overdose al liceo.
La roadhouse ora è gestita da Jean-Michel Renault, altro membro della criminosa famiglia canadese. Anche lui, come gli illustri avi, gestisce un giro di prostituzione minorile.
Richard Horne, un pericoloso ragazzo esaltato, diventa il contatto a Twin Peaks di Red, uno spacciatore che intende far arrivare la droga dal Canada.
Alla guida di un furgone, investe e uccide un bambino sotto gli occhi di Carl Rodd, rientrato in città.


Becky, una ragazza che ha a che fare con Shelly, chiede continuamente dei soldi a quest'ultima. Le servono per acquistare la droga col suo ragazzo, Steven, un fannullone arrogante.
Jacoby, ormai non più medico, vive nei boschi dove conduce una trasmissione radiofonica complottistico-eversiva e vende pale d'oro.
Jerry Horne ha un business che riguarda la marijuana, mentre suo fratello Ben è ancora direttore del Great Northern Hotel, dove inizia a udirsi nuovamente uno strano ronzio tra le pareti di legno...



Se hai un account Facebook iscriviti al
gruppo CLOCKERS CLUB, la community del Moz O'Clock!
Se ami Twin Peaks, visita l'apposita sezione del blog: curiosità, teorie, video, guide, riassunti settimanali!

43 commenti:

  1. Apprezzo quanto tu sia bravo nel fare questi post che sono davvero fatti bene e per chi vuole una sintesi efficace ed esaustiva di questo "film diviso in parti" non può che venire qui e leggerti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che ringraziarti :)

      Moz-

      Elimina
    2. Apprezzo anche lo sforzo di dare senso ad un qualcosa che un senso non ce l'ha (parafrasando Vasco...)

      Elimina
    3. Beh dai, il senso esiste, è nell'aria, e bisogna trovare la chiave.
      E' un puzzle, il bello di TP è sempre stato questo :)

      Moz-

      Elimina
    4. E' un puzzle... di 500.000 pezzi di cui si è persi la scatola con l'immagine da ricomporre.

      Elimina
    5. E l'immagine è pure un quadro astratto :p

      Moz-

      Elimina
  2. Non ho letto il post03 lug 2017, 12:41:00

    Perché non ho mai visto la serie (che mi incuriosisce, un giorno se avrò tempo la vedrò), ma mi congratulo con te per la passione che ci metti e che si nota benissimo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che si noti, davvero.
      Ce ne metto perché io amo Twin Peaks :)

      Moz-

      Elimina
  3. Bello questo riassunto delle prime otto parti ^_^

    RispondiElimina
  4. Miki, non ho capito una cosa XD

    Bad Cooper scappa dalla loggia lasciando il buon Cooper.

    Ma perché Bad deve tornare? Io avevo capito che era l'originale Dale a prendere il posto di Dougie lasciando quest'ultimo nella loggia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 25 anni fa Dale incontrò il suo doppio-negativo. Perse il confronto e quindi costui uscì, mentre il Cooper vero (e buono) fu costretto a restare lì.
      Per 25 anni.
      Passato questo periodo di "prigionia", il Dale buono deve uscire e quello cattivo deve rientrare.
      Solo che qualcuno ha creato, intanto, un manufatto: Dougie Jones. Costui è una sorta di vita artificiale creata proprio per fare in modo che prenda il posto di Bad Cooper nel rientro alla Loggia.
      Infatti, all'ora x, Bad Cooper cerca di resistere nel rientrare nella Loggia perché sa che altrove Dougie sta rientrando al suo posto.
      Una volta successo ciò, Bad Cooper è libero, perché la presenza di Dougie ha controbilanciata lo scambio (anche se ha ingannato la Loggia).

      Inoltre, il vero Cooper è tornato, ma nel luogo dove si trovava Dougie.

      Moz-

      Elimina
    2. Sei certo che la Loggia sia stata ingannata? A me è sembrato che abbiano riconosciuto che era Dougie quello...

      Elimina
    3. Sì, appunto... Hanno sgamato l'inghippo ma ormai era tardi...

      Moz-

      Elimina
  5. Ottimo riassunto. Non era affatto facile!
    Gli eventi DEVONO convergere a Twin Peaks, sennò mi arrabbio!

    Una nota: secondo me la rana alata non esce da una delle uova-patate della creatura aliena ma dalla sfera generata dal Gigante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, devo dirlo: non è stato facile condensare e in effetti alcune cose ho dovuto anche tralasciarle.

      Sulla cosa che dici: la sfera viene inviata a Twin Peaks (almeno così pare vedere dallo schermo cinematografico) mentre l'uovo è lì dove esplose la bomba...

      Moz-

      Elimina
  6. Mi fa piacere che ho capito la genesi di Bob, grazi per la conferma! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, sempre che Lynch&Frost non ci smentiscano :D

      Moz-

      Elimina
    2. Non è detto che sia la genesi, quanto piuttosto l'arrivo.

      Elimina
    3. O entrambe le cose... chissà, chissà :)

      Moz-

      Elimina
  7. Mi diceva un collega di passare su questo blog per apprezzare gli estratti di Twin Peaks ma a me questo nello specifico pare un riassunto da quinta elementare. Quando ho visto la fiction per la prima volta nel 1991 avevo 20 anni tondi tondi e insieme ai miei compagni di corso analizzavamo la serialità e la fenomenologia di questo nuovo embrione televisivo che sapevamo avrebbe sparigliato le carte dei vecchi linguaggi del tubo catodico ma anche della settima arte in Fire Walk With Me che vidi in sala per ben tre volte in una sola settimana. Inevitabile ora non vedere la terza serie dove ho coinvolto anche mio figlio più grande, anche se questo non è un sunto che renda giustizia e completezza al prodotto artistico perché pecca di troppa didascalicità e questa serie non può essere schematizzata come un flow chart concettuale e così alla spicciola. Prendi spunto da altri portali per poter metter mano in modo giusto e completo a Twin Peaks soprattutto, evita le cose fatte in modo così superficiale e sommario e se posso permettermi visto che quello che immagino tu faccia per passione senza scopi di lucro io lo faccio di mestiere da più di vent'anni, sii più onesto con il tuo pubblico.

    F.R.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo commento, ma c'è un fraintendimento di fondo: questo post è, appunto, un megariassunto (dove ho provato a condensare, in poche parole -volutamente dirette e didascaliche- quello che abbiamo visto fino a ora).
      Non è un'analisi dell'opera.
      Non so cosa ti ha portato a credere ciò, visto che è dichiarato sin dall'inizio che si tratta di un megariassunto didascalico: eppure sei del mestiere, dovresti saper quantomeno leggere, perché credo di essere onestissimo col mio pubblico ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Poi scusa, permettimi di aggiungere una nota: cosa significa la tua frase finale?
      Devo essere più onesto col mio pubblico perché scrivo senza fini di lucro?
      Io penso che l'onestà, invece, debba esserci sempre, e forse anche più in chi lo fa per mestiere come te (quindi, dove si suppone girino dei soldi).

      Per inciso, ribadisco di sentirmi onestissimo con chi mi segue e mi legge, altrimenti suppongo mi verrebbero a raccontare la loro scontentezza e il mio comportamento poco onesto.

      Ma, siccome Il Megariassunto è una rubrica fissa del blog scritta SEMPRE in formato didascalico e conciso (da quinta elementare, va bene, ma non sono il tipo che si fa bello elencando gli studi che ha fatto o che si diverte a scrivere inutilmente "alto"), mi sento onestissimo ad aver proposto la stessa formula per Twin Peaks.
      Non ho bisogno di prendere spunto da altri, ti ringrazio per il consiglio spassionato, ma ho una mia identità.
      Anche nelle analisi delle opere.
      Ma questa, ribadisco, non è un'analisi.

      Moz-

      Elimina
    3. c'è un detto che dice Non ti curar di loro, ma lascia e passa...e babbei si incontrano sempre dappertutto, purtroppo, io ne ho incontrati due: una che aveva come foto del profilo di facebook una suora che guardava qualcosa che non voglio inserire nel tuo blog allo specchio, un altro mi ha dato della deficiente dicendo che quello che ho scritto per capirlo ci voleva una regressione infantile...fai due + due e vedi il risultato.

      Elimina
    4. La critica anonima ci poteva pure stare, ma dare "lezioni di onestà" a uno che manco conosce e mettere in campo la propria professionalità senza curarsi di cercare altre pagine del blog dedicate a TP mi sa solo di provocazione.

      Elimina
    5. Ragazzi, non vi scaldate per favore. Questo è il proscenio di MikiMoz e non necessitate di me per rivelare che si tratti di un blogger comunque letto e capace, ma la critica la dovete lasciar passare altrimenti si chiama censura e MikiMoz deve essere in grado di comprenderle innanzitutto, poi metabolizzarle e senza dubbio ribattere, anche se talvolta il silenzio è d'oro perché ho letto con attenzione questo blog e nella fattispecie di Twin Peaks ho scorso ogni post perché sono un vecchio fan e il lavoro fatto qui è buono e credo che da parte vostra non sia a mio avviso del tutto edificante per l'autore prendere le sue difese, perché lui è più che capace a farlo ed è chiaro che qui lui non necessita di difese dal suo pubblico, ma più facilmente di semplice comprensione. La mia è una provocazione sana e se mi sono affacciato qui è proprio per provocare un'intelligenza e constatare professionalmente la reazione dall'altra parte, e mi rendo conto che MikiMoz non sia abituato a critiche di una certa qualità ed è molto bravo a sondare e saggiare (e qui l’onestà) ma questa non è una macchia, ma è una deformazione scaltra di chi fa questo lavoro e nel suo caso dove riempie questo spazio esclusivamente per ispirazione e piacere. Qui non si parla di onestà per fini o meno riguardante proventi e lungi da me un accostamento così invalso ma l'onestà a cui faccio riferimento è qualcosa di più ideale e cristallino. Se al mio ufficio arrivasse un tuo pezzo io direi che utilizzi una forma molto riconoscibile, asciutta ma talvolta scialba ed elementare e ciò dovrebbe solo esortarti ad utilizzare un pugno più ficcante ed onesto (mi ripeto) proprio perché il mordente è tangibile ma c’è una patina che si mette di traverso su ciò che scrivi e su come lo avresti voluto e potuto presentare. Su Twin Peaks, da seguace della prima ora posso dirti che puoi fare di meglio e riporgli un “servizio” più copioso per così dire, e su tutto il resto io ho semplicemente espresso un’idea senza esser interpellato ovviamente, ma col piacere di un piccolo intervento di chi, e non è per boria, con queste cose ci campa. Ti teniamo d’occhio nel senso buono e a questo punto buon proseguimento e un cordiale saluto a tutti i tuoi lettori.

      F.R.

      Elimina
    6. Eccoci qui :)
      Allora, cerco di rispondere a tutti.
      Ribadisco la mia onestà anche verso l'opera. Io ho questa rubrica, Il Megariassunto, che per stile vuole essere quanto di più asciutto ed elementare possibile ci sia. E' nata per essere questo, per essere una guida pratica e un ripasso veloce (ho fatto la stessa cosa per le prime due stagioni dello stesso titolo, ho fatto lo stesso per altre opere).

      Non è un'analisi critica, non è una recensione, non è una retrospettiva o un saggio: è un semplice riassunto scritto in uno stile asciuttissimo e conciso. Ho scelto questa formula perché per me una guida veloce deve funzionare così.

      Ti assicuro che se dovessi mandare un pezzo alla tua testata, sceglierei ovviamente un altro registro, adatto al contesto.
      Ma ovviamente... nel mio stile. Questo non credo di cambiarlo: scrivo in modo elementare, lo so, potrei scrivere anche in altri modi ma non m'appartengono, non li sento miei e mi sembrerebbe una forzatura, tipica magari di quanti vogliono mostrare di sapere.
      Io non voglio (di)mostrare niente, io sono qui.

      Il servizio più copioso, che ti auguri, è già messo in programma per il dopo 3 settembre, con una analisi e recensione critica (in parte ho già realizzato un post simile, sulle prime 4 parti, ed è in formato video).
      Oggi non c'era motivo di una analisi; oggi c'era bisogno di un riassunto secco e deciso approfittando della pausa televisiva.

      Hai fatto bene a intervenire e ogni critica qui è bene accetta, di certa qualità o meno, ci mancherebbe.
      Non è che non sono abituato a riceverne: solo che mi pareva giusto difendermi sulla questione "analisi/riassunto" e sull'onestà (che, ok, ora hai spiegato cosa intendevi).
      Perché non dovevo ribadire che si trattava di un riassunto spicciolo (concetto espresso sin dal titolo) e non una analisi da accademia?
      Tutto qui.

      Quindi io magari posso invitarti a leggere qualcosa di diverso, che non sia un riassunto magari.
      Sempre se ne hai piacere.

      Voglio ringraziare Arwen e Gas ma non per la difesa, ma perché mi conoscono e hanno capito che oggi la funzionalità di questo post non poteva che prevedere una struttura similare :)

      Buona serata a tutti!

      Moz-

      Elimina
    7. Per quanto riguarda le critiche sono daccordo con te Miki, poi per quanto riguarda la difesa voglio precisare una cosa: prima di tutto conosco Miki, e credo che i suoi post sono interessanti, altrimenti io certamente non seguirei il suo blog.
      Da quando ho ripreso a scrivere nel mio blog è nata una amicizia con una grande stima almeno da parte mia.
      Se sono intervenuta, l'ho fatto perchè non mi sembrava corretto questo intervento anonimo, e ora vi spiego il perchè: prima di tutto questo è un blog personale, quindi deve scandire la personalità del suo autore, e ci deve essere libertà e stile personale, altrimenti se fosse una cosa studiata a tavolino mancherebbe di personalità e fioccherebbero senza dubbio altre critiche.
      Proprio perchè la sua natura amatoriale lo rende originale e intrigante, deve essere possiamo dire anarchico? L'editing, la ricercatezza e altre corbellerie, lasciamole ai siti professionali, dove gli autori devono seguire certi standard.
      Con questo non voglio criticare l'utente anonimo, volevo precisare semplicemente il mio punto di vista sulla cosa xD

      Elimina
    8. Stima e amicizia sono reciproche!^^
      Cara Arwen, è vero: un blog è qualcosa di strettamente personale dove dovrebbe (si spera) emergere uno stile libero (in quanto non sottoposto a "supervisioni" finali per allinearlo a una testata).
      Mi è capitato di collaborare con riviste on line, vere e proprie testate, dove dovevo spesso sacrificare qualcosa di mio: ci sta se è necessario (per svariati motivi), ma quando il tutto dipendeva solo e soltanto dalla costruzione a tavolino del post (e scrivi le parole chiave, e metti un titolo adeguato, e ripeti almeno tre volte all'inizio la parola nel titolo, e metti i "ganci") allora ho lasciato perdere.
      Non posso ingabbiarmi anche su un blog, insomma XD

      Moz-

      Elimina
  8. Io dico solo grazie a Miki!

    È il suo stile, l'ho imparato a conoscere e apprezzare. Che parli di twin peaks o di ducktales..riesce a essere immediato, scorrevole, chiaro ed esaustivo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è proprio andando avanti negli studi, dopo la quinta elementare, che perdiamo immediatezza per utilizzare paroloni francamente inutili... chissà :)

      Moz-

      Elimina
  9. Miki è il mio mentore, e lo ribadisco, ciò non toglie che Twin Peaks, questo ancor di più, mi lascia inebetito. E visto che Lynch gioca a fare lui cinema da quinta elementare, magari in fase anche riassuntiva, avrei preferito un Miki evoluto. Proprio per contrasto. Insomma, intendo che "riassuntare" un casino simile, riducendolo a qualcosa di intellegibile e, appunto, riassumibile, non farebbe piacere al Maestro. Poi posso sbagliare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, caro Franco... ti giuro che questo megariassunto di 8 puntate è stato più complesso di quello fatto per le scorse 30 puntate + film. Davvero :)

      La semplicità e l'ordine provo a inserirli in ogni riassunto, spero di non fare male :)

      Moz-

      Elimina
  10. Caro Moz,come già sai non ho seguito questa saga, soprattutto perché non amo le puntate che ti impegnano nel tempo,ma leggendoti mi sono messo in pari.
    Un caro saluto,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa, io sono impegnato da oltre 25 anni!!
      Dunque, comprendo^^
      Thanks!

      Moz-

      Elimina
  11. Questo non è più Twin Peaks, questo è Eraserhead frullato con Mulholland drive e Velluto blu. Comunque con l'episodio 8 abbiamo Lynch all'ennesima potenza, mo tutto quello che seguirà non potrà essere più... assurdo... di così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso anche io che ora verranno sviluppate le trame già innescate, e forse solo il finale tornerà a essere così artistico^^

      Moz-

      Elimina
  12. Ok, come sai io non ho seguito TP, ho visto la prima stagione e un paio di puntate della seconda. Qui leggo perché sono molto curioso di capire i toni e il "genere". Sembra un bel casino comunque, ma posso intuire perché ti prenda tanto :D

    Un giorno prima o poi riprendo eh. Lo dico sempre, lo so...

    CervelloBacato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, mi prende perché amo i casini, perché amo l'onirico, il grottesco, l'arte visuale, le opere cucinate a fuoco lento, che fanno ragionare per anni... decenni :)

      Moz-

      Elimina
  13. Letto solo oggi perché mi sono messo in pari con le puntate. Mi serviva un megariassuntone, soprattutto scritto da quinta elementare così da essere compreso anche da tutti! ;-P
    Avrei preferito che Cooper si riprendesse prima ma le sue scenette sono sempre divertentissime! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che ora si intravede il senso di un Cooper rincoglionito, perché secondo me tutto avrà un'unica direzione^^
      Grazie mille per l'apprezzamento :)

      Moz-

      Elimina