[CINEMA/TV] tendenza remake?


Se appena due anni fa discutevamo assieme sulla tendenza (in atto) del revivalizzare i titoli più cult, oggi forse sta subentrando un'altra tendenza cinetelevisiva.
Che si affianca ai sequel-revival, che guarda sempre al passato per recuperare nomi e personaggi fortissimi.
E' la tendenza remake: cosa ci attende da qui in poi?

Come avevamo già dibattuto, noi siamo la generazione dei ritorni: ci siamo dentro fino al collo.
Nati in un'epoca dorata per quanto riguarda prodotti commerciali (fumetti, film, cartoon, giocattoli, giochi, videogiochi, musica, gadgets...), ci ritroviamo cresciuti con un pantheon di nomi cult pronti ad essere sfruttati di nuovo. Perché ora noi abbiamo potere d'acquisto.

E se molti titoli sono tornati con i relativi sequel (vedi Jurassic Park, Star Wars, DragonBall, Terminator, Mad Max, Twin Peaks, X-Files; e tra poco anche Jumanji e Blade Runner), tanti altri stanno per tornare sottoforma di remake.
Prossimo alla messa in onda è proprio il reboot di DuckTales, serie Disney degli anni '80-'90 che si appresta a rivivere con nuovi episodi e una trama ex-novo.

VUOI CONOSCERE TUTTO (MA PROPRIO TUTTO) SU DUCKTALES? CORRI A LEGGERE LA GUIDA COMPLETA!


E non solo: tutti sapete del grande remake di IT, classico dell'horror che ci aspetta nuovamente dopo l'estate.
Se la riproposta di Crash Bandicoot è stata salutata positivamente dal pubblico, i Power Rangers sono già riatterrati tra noi, non più come serie tv ma con un'opera cinematografica e con una fortunata serie a fumetti. Non è da escludere nemmeno una nuova deriva televisiva, stavolta animata e destinata a un pubblico più adulto, che potrebbe regalarci Netflix.


Proprio Netflix ha messo in cantiere qualcosa di clamoroso: signore e signori, stanno per riaffacciarsi in televisione I Cavalieri dello Zodiaco, 12 episodi in computer grafica (una produzione che fortunatamente pare molto lontana da quella dell'orribile film animato) che copriranno tutto il primo arco narrativo del manga.
Io -visto lo tsunami eighties che ci ha portato Stranger Things, The Goldbergs e tanto altro- mi aspetto anche il remake di Stand by me. Ma soprattutto bramo una nuova serie su He-Man and the Masters of the Universe. Intanto pare sia in dirittura d'arrivo anche il remake di Linea Mortale (Flatliners). Mica pizza e fichi. Di questo passo largo anche ai Goonies, Schegge di follia, Gremlins, Wargames, Il piccolo grande mago dei videogames (magari con la Play 4)? Chissà.



Ecco, la tendenza nella tendenza: recuperare titoli cult anni '80 e '90 -cult per la generazione nerd/geek attuale- e restituirli forse addirittura in forma più adulta e consapevole.
Che accontenti le nuove generazioni ma che possa far impazzire anche i vecchietti, senza tradire i loro ricordi idealizzati.
Ed è questa la sfida più importante: ciò che è cult, è anche virtualmente intoccabile nel cuore dei fan.
Ma se si riuscisse a mettere da parte operazioni spericolate di riscrittura selvaggia, allora il cuore dei fan non rischierebbe l'infarto ma forse potrà riprovare addirittura l'amore, quello di un tempo.
Buon remake a tutti!

64 commenti:

  1. Mi pare che ora abbiano iniziato a pescare anche dagli anni '90 (con i Power Rangers ad esempio), in tv però il rilancio di titoli storici non sta andando così bene come al cinema, il nuovo "MacGyver" e "Arma Letale" non sono andati benissimo, forse perché l'offerta in tv è migliore, il cinema invece è più alla canna del gas secondo me. Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, ad esempio io su McGyver avrei fatto un sequel, magari con il figlio del vero McGyver.
      Insomma, dove si può continuare la trama, si DEVE, secondo me^^

      Moz-

      Elimina
    2. Sì ma fintanto che la minestra è ancora calda... MacGyver è stato stravolto già durante le varie stagioni della serie originale: inizialmente c'era una genialata dopo l'altra, poi man mano sempre meno, fino ad arrivare a storie che esaltavano l'umanità del personaggio e dove il suo ingegno e intuito erano ridotti al minimo.
      In nuovo MacGyver mi ha depresso sin dalle prime foto di scena.

      Elimina
    3. A volte io penso che lo facciano quasi apposta a fare cose che sanno non incontreranno il gusto del pubblico, altrimenti non me lo spiego come solo ci pensino a fare delle cagate paurose XD

      Moz-

      Elimina
    4. Oppure, ancora più semplicemente, non lo sanno fare.

      Elimina
    5. Il che è l'ipotesi più grave :)

      Moz-

      Elimina
  2. Stanno succhiando il midollo della Pop Culture finché dura.
    Comunque quello di It non è un vero remake in quanto era un adattamento per la Tv ( e non faceva nemmeno così schifo come lo dipingono, anche se la seconda parte è difficile da difendere).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me quel film piace, certo nella seconda parte un po' meno (ma non sarà un caso se anche per questo nuovo IT puntano tutto sulla parte "bambina").

      Moz-

      Elimina
  3. Come ti dicevo, per He-Man il mio auspicio sarebbe semplicemente una prosecuzione della serie del 2003. I cavalieri dello zodiaco li avrei chiusi nel cassetto, ma se fanno un remake valido..beh ne sarei contento e lo guarderei volentieri. Augurandomi un nuovo doppiaggio italiano: il grande Tony fuochi ad esempio non ha più l'età, ahime', per dare voce al grande Ikki.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che stavolta sarà quella buona che avremo un adattamento nuovo e fedele.
      Non lo han fatto per l'osceno film del 2015 -lasciando quello girellaro-, adesso mi pare ora di cambiare registro.
      Su He-Man, ormai la serie 200x non è più canonica, sebbene abbia il 90% di fatti che poi sono stati ripresi...Una ex novo che racconti per bene tutto, per filo e per segno, sarebbe ideale^^

      Moz-

      Elimina
    2. Anche sui Masters... La serie 200x sarebbe stata quella "definitiva", ma si è arenata dopo 2 stagioni: o si riprende con coerenza da lì o niente.

      Elimina
    3. Ormai il canone è cambiato, non possono riprendere da lì.
      Il nuovo e definitivo canone (stabilito dal 2008) tiene conto di tutti o quasi gli avvenimenti di quella serie, ma alcune cose cambiano. Quindi, per questo io rifarei per bene tutto, da zero e in modo definitivo :)

      Moz-

      Elimina
    4. Ma che è 'sta moda di cambiare le carte in tavola prima che la "partita" sia finita?
      Astio e repulsione verso certe iniziative. Proponessero un nuovo universo narrativo, indipendente da quello dei Masters, e pace.

      Elimina
    5. Ma nel caso dei Masters è diverso: di fatto, la serie classica di giocattoli è stata dismessa nel 1986, e già durante questa era sorta la serie animata che presentava un altro canone.
      Da lì la necessità di unire le varie anime dell'opera, considerata anche la serie 200x. Secondo me hanno fatto un bel lavoro definitivo, e spero proprio di vederlo presto in versione animata^^

      Moz-

      Elimina
  4. Dopo la grande attesa per Twin Peaks che ora stiamo godendo appieno, subito dopo il 4 Settembre con gli ultimi due episodi, sarà l'attesa per IT che mi divorerà... ma son fortunato perché sarà poco più di un mese, visto che ora le mie attese sono di settimana in settimana per Twin Peaks. Dopo IT, che stavolta godrà di un minutaggio clamoroso per un film horror dei nostri giorni (135 minuti), sarà il momento di Stranger Things 2 (nemmeno 10 giorni dopo l'uscita di IT, che sicuramente mi porterà al cinema circa 3 volte) dove mi ricalerò di nuovo nelle atmosfere degli anni '80 e nella storia di Will, Undy e il sottosopra. Vorrei anche gioire per il ritorno di Jumanji, ma quel titolo è stato praticamente stuprato... stavolta c'è una console e non più un gioco da tavola, con l'illusione di attrarre le giovani generazioni che si sentirebbero più coinvolte con una console (seppur vecchiotta) che con un gioco da tavola dove stavolta sei tu ad entrare nel gioco e non viceversa, dopo impersoni degli avatar... una stronzata! Robin Williams si starà rivoltando nella tomba.

    Ora sogno un ultimo remake: Stand by Me. E visto che in un anno mi sono stati dati i sequel/remake delle opere che più attendevo, dopo l'eventuale Stand by Me potrei anche morire. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jumanji non è mai stato tra i miei cult, ma vedendo il trailer penso che il remake sia discutibile..poi basta The Rock..dove c'è un remake c'è the Rock..

      Elimina
    2. Su Jumanji non so cosa pensare, temo anche io un grande scempio, sono sincero.
      Per ora IT mi attira tantissimo e ovviamente non vedo l'ora di vedere Stranger Things 2!^^

      Moz-

      Elimina
    3. PERCHÉ? A che ti serve un remake di un capolavoro come Stand By Me? Non riesco proprio a capirlo. Come per I Gooneis, che citava Moz... mi fate prendere a pugni il muro per i nervi! 😡
      Non ce l'ho assolutamente con voi e i vostri desideri, sia chiaro! È l'idea di per sé che mi fa impazzire.

      Elimina
    4. Perché secondo me dopo IT vogliono ricreare un universo condiviso di King, e se ci ho visto lungo, partono da IT per rifare molte cose^^

      Moz-

      Elimina
  5. Io però mi chiedo, se ora fanno solo remake di film di trent'anni fa, tra trent'anni cosa faranno che non avranno più niente di originale da rifare? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, qualcosina c'è: immagina i remake di Hannah Montana, Violetta e tutte questa soap-cagate della Disney XD

      Moz-

      Elimina
    2. Bella questione, me lo chiedo anche io cosa proporranno in futuro se già ora ripescano nel vecchio...
      Forse sarebbe ora di guardare al vecchio, ma nel senso di programmi e serie tv straniere mai approdate in Italia.

      Elimina
    3. In Italia in effetti avremmo un serbatoio da sfruttare: quanta tv anni '80 americana non è arrivata mai da noi?
      Io voglio assolutamente quel talk show dove fanno incontrare i traditi e i traditori con gli amanti, che si finisce a sberle XD

      Moz-

      Elimina
    4. Ahahah 😂
      Hai vinto con la risposta sulla robaccia Dinsey!
      A me, seriamente, piacerebbe vedere Good Morning, Miss Bliss, il prequel di Beside School, prequel nel senso che precede la serie Saved By The Bell e non che anni dopo la serie abbiano preso nuovi attori per raccontarli alle medie, con un piccolissimo Mark-Paul Gosselaar/Zack Morris, mai arrivato in Italia ☹

      Elimina
    5. Guarda, in Italia non è mai arrivata manco la serie completa di Degrassi, per dire.
      E non so perché, visto che si presta a una lunga serializzazione.

      Moz-

      Elimina
  6. ci sono manie cicliche che i produttori riversano nelle sale
    personalmente di It avrei fatto volentierissimamente a meno, il primo mi ha talmente traumatizzata che ormai non riesco più a vedere un pagliaccio senza provare un ancestrale terrore.
    "I cavalieri dello zodiaco" li attendo con un po' più di curiosità, ma io non ero una fanatica, vediamo se lo diverrò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, ti fa paura anche Ronald McDonald? XD
      Io molto curioso per i Cavalieri, vedremo...^^

      Moz-

      Elimina
    2. onestamente si...
      ma ai mc nugets non rinuncio

      Elimina
  7. Il punto è proprio questo. Oggi noi tra i 30 e i 40 anni siamo pronti ad aprire il portafoglio per uno speciale senso nostalgico verso qualsiasi cosa che prosegue o rebooooootta film o serial che vedevamo da piccoli. Tutto questo per i produttori e investitori ha un nome solo: "Ci piacciono i soldi facili". D'altra parte oggi è davvero molto complesso e soprattutto rischioso buttare fuori nuovi Brand perché la "stampa" in primis e poi i visualizzatori finali tendono a paragonare il nuovo con il vecchio e per una sorta di idealizzazione del vecchio, esso vince sempre.

    PS anche se oggi è un giorno pari. Ti ho letto lo stesso! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, beh ma il post è di ieri (giorno dispari^^)
      Vero, e io avevo fatto una analisi precisa: i remake che hanno fatto negli anni passati non hanno funzionato perché NOI non eravamo ancora pronti economicamente.
      Oggi sì. E possiamo spendere e spandere.

      Moz-

      Elimina
  8. Una tendenza che all'inizio poteva anche sembrare piacevole, ma adesso sta sfuggendo di mano.

    Tirare fuori pure delle idee nuove non sarebbe male, almeno ogni tanto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, da un lato son contento perché è l'occasione di rivedere certi prodotti (e magari tirano fuori pure gli originali!), dall'altro sì... a volte ci vorrebbero idee nuove (ma si dovrebbe essere potentissimi di testa come negli anni '80-'90)

      Moz-

      Elimina
  9. Ma non è tanto una questione di generazione o di affezione verso un cult, quanto che questi maledetti remake il più delle volte stravolgono l'originale, ci buttano alcuni attori poco carismatici e quasi niente praticamente funziona..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che da adesso in poi la tendenza sarà migliorare, rendere più adulto e restare fedele il più possibile allo spirito. Almeno spero...^^

      Moz-

      Elimina
    2. Ciò che desidera il pubblico gliene frega poco a chi mette mani al portafogli per produrre il film. Lo stravolgimento dell'originale, per distinguersi, è fisiologico, per questo piuttosto che andare al cinema mi rivedo l'originale in DVD una volta ancora.

      Elimina
    3. Io credo che poco a poco questa tendenza cambierà, perché non ha mai (MAI) portato a grandi risultati. Proprio prima ho letto di un'intervista per il reboot di Supercar a cui stanno pensando, e dove promettono assoluta fedeltà e rispetto verso l'opera e i fan^^

      Moz-

      Elimina
    4. Anche qui... Reebot invece di pensare a novità.
      Quando giocavo coi Lego cercai di costruire un'auto della Polizia che si trasformava in un robot: come nei Trasformers, ma era intesa come un'auto realmente di servizio alla Polizia, costruita dall'uomo e non aliena, e l'agente protagonista la utilizzava anche come robot da combattimento; da stabilire se fosse tipo KITT o una pura macchina dipendente dal protagonista...
      Un'idea fessa? Difficile da realizzare?

      Elimina
    5. Tipo Patlabor ma con le auto dei Transformers :)
      Prova a proporla, sia mai che nessuno ci ha pensato!!

      Moz-

      Elimina
  10. A me questa tendenza non piace, e mi pare tu l'abbia capito o comunque lo sappia. Sono aperto alle novità anche se sono finte, e si possono avere belle sorprese, vedi Crash Bandicoot che è praticamente l'unico videogioco che abbia mai adorato, ma in linea generale mi sembra solo una mancanza di originalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io vorrei più opere originali, ma se i sequel sono ben ponderati perché no?
      Per i remake, invece, la questione è appunto più spinosa, perché non devono inficiare l'originale... Io ad esempio sto apprezzando tantissimo il remake fumettistico dei Power Rangers, e apprezzerei una cosa analoga (magari animata) per He-Man e Street Fighter.

      Moz-

      Elimina
  11. Gia' fecero il remake di Visitors..flop, il remake/reboot di Dallas...flop, quello di Beverly Hills 90210, floppino anche quello. Un seguito di MaCGyver con l'"erede" come vorresti tu lo fecero per Supercar, e durò una sola stagione. Ricordo anche che durò poco una nuova donna bionica e anche delle nuove Charlie's Angels...e continuano imperterriti a volerne pensarne di nuove!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa cosa l'ho spiegata con una mia personale teoria su un precedente post (e spero di poterne scrivere un saggio, presto).
      Secondo me,questi titoli che citi sono arrivati prematuramente, perché riferendosi alla NOSTRA generazione non fecero i giusti calcoli sul nostro potere d'acquisto.
      Oggi il remake di Beverly Hills funzionerebbe alla grande, così come Dallas: ne sono sicuro.

      Moz-

      Elimina
    2. A me 90210 è piaciuto (è un sequel/spin off, non un remake) e l'ho divorato fino alla quinta e ultima stagione. Certamente meglio la prima perché fortemente legata alla vecchia serie, poi piano piano spariscono tutti, però è stata comunque una forte emozione vedere Dixon andare a lavorare al Peach Pit (nonostante la location fosse un'altra) da Nat, il ritorno di Donna, Brenda insegnante, Kelly solita rompipalle sia con Dylan che con la nuova fiamma, la mamma alcolizzata e la piccola Erin ormai cresciuta e diventata una bella gnocca...
      Nonostante frequentassi le elementari ai tempi dell'originale (però lo capivo e mi piaceva, a quei tempi seguivo molte cose liceali, come Beside School che ho citato nell'altro commento) e stessi già nel mondo del lavoro col nuovo, ho amato entrambe le serie.

      Elimina
    3. Anche io ho apprezzato 90210, specie -come te- la prima stagione (maggiormente legata ai personaggi del passato) e poi man mano ho lasciato perdere.
      Sono davvero convinto che se riproponessero oggi un sequel di Beverly Hills farebbero scintille.

      Moz-

      Elimina
    4. Sì ma vorrei anche i maschietti a 'sta botta! Possibilmente non concentrati in una stagione, mi andrebbe bene come guest star occasionali.
      Tanto tranne Jason Priestley (carina la serie in cui faceva il sesso dipendente anche se sembrava un po' la copia di Californication) mi pare stiano facendo tutti la fame, quindi se la tirassero di meno!

      Elimina
    5. Fanno ogni tanto la reunion tra loro.
      Siamo come Tori (Spelling) a Pamplona :)

      Moz-

      Elimina
  12. Non sono mai andato particolarmente dietro ai remake, un'opera deve essere testimonianza di un'epoca, della grandezza di un artista, di un autore, di un attore.
    Rivedreste Happy Days rifatto oggi ignorando confronti con Richie e Fonzie originali?
    Le storie, semmai hanno qualcosa ancora da dire, devono andare avanti fintanto che possono cavalcare la scia del successo di quanto già realizzato, non svegliarsi quando oramai è tardi e ripartire da zero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, ci sono dei casi dove non ci sono solo i personaggi, ma anche gli attori, ad aver fatto epoca.
      Lì è ancora più difficile remakeizzare.
      Però io penso che ci si possa accordare, con qualche bella idea (anche geniale)^^

      Moz-

      Elimina
    2. Per me il remake/sequel di Happy Days è quella genialata di That 70's Show!
      Due serie ambientate 20-30 anni nel passato.
      Tra 5-10 anni non mi dispiacerebbe una serie ambientata negli anni 90 ed eviterei volentieri un remake delle su citate serie.
      Anche la sitcom ambientata negli anni 80 non è male, quella col fratello piccolo che narra da adulto, il fratello grande scemo totale e la sorella maggiore popolare. Non ricordo il titolo, visto sempre con la coda dell'occhio mentre facevo altro, un po' troppo family per poter essere paragonato ai primi due.

      Elimina
    3. Penso ti riferisci ai Goldbergs, che secondo me sono un ottimo prodotto sugli anni '80 :)
      Ci ho ritrovato parte della comicità di Malcolm, ok non così geniale, ma c'è.
      E proprio i Goldbergs avranno uno spinoff anni '90 :)

      Moz-

      Elimina
    4. Sì, esatto! Ho controllato e si tratta di quello.
      Malcol è un'altra serie che ho "ascoltato" e infatti all'inizio ero convinto di stare ascoltando quella e non Goldbergs 😆

      Elimina
    5. Malcolm è in assoluto il telefilm più geniale mai prodotto.
      I Goldbergs sono una (o due) spanne sotto, comunque sono bellissimi e il fatto che siano ambientati negli anni '80... è un valore aggiunto^^

      Moz-

      Elimina
    6. Ma sai che me lo ha sempre consigliato la mia ragazza? Lei è stata una spettatrice abituale e me lo cita sempre... non mi sono mai avvicinato per via delle stranezze anatomiche dei personaggi, soprattutto il bambino più piccolo con quelle orecchie e roscio (mi pare sia lo stesso di Fuga Dal Natale, il figlio di Dan Aykroyd).

      Elimina
    7. Ahaha, Adam, il ragazzino protagonista, difatti sembra un giovane vecchio XD

      Moz-

      Elimina
    8. Aaaasp, tu dicevi Malcolm... ahaha è vero!
      (scusate ma oggi sono rincoglionito davvero e vi sto rispondendo da demente!XD)

      Moz-

      Elimina
  13. I remake mi hanno stancata da molto tempo... nel migliore dei casi la minestra riscaldata era noiosa. Mi fanno salire la bile, mi sa di pigrizia: piuttosto che tentare di creare nuovi miti, nuovi "amori", cercano di campare a tirare avanti con le idee altrui. Sembra quasi che a loro piaccia giocare con la nostra psiche e i nostri ricordi...
    Ma detto questo, sono disposta a rivalutare le mie opionioni dopo aver visto i cavalieri dello zodiaco (la mia ingenua fanciulla interiore freme di curiosità) :D

    PS: nel panino che hai descritto un paio di post fa, pensi che al posto della provola affumicata vada anche bene qualcosa di più piccante?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, prova con l'auricchio, ci dovrebbe stare bene^^
      Quanto a ciò che dici, io penso che non è che non ci sia voglia di creare nuovi miti, ma è come se si fosse creato un cortocircuito che non permette più ciò: se prima un prodotto -anche di larghissimo consumo- durava qualche anno, oggi dura poche stagioni per mandare avanti nuovi titoli.
      Inoltre, mancano forse i presupposti generali per la creazione di nuovi e forti miti...^^

      Moz-

      Elimina
  14. Parli di "potere d'acquisto", mettendo a fuoco il fulcro centrale, anche se io parlerei di "potere di spreco", abbindolati da un riciclo continuo, da un condizionemnto mediatico e psicologico (di cui riferivo anche su un recente mio post). Siamo ubriacati di offerte, di roba antica quando non vecchia, di roba che non funzionava o aveva smesso di funzionare e viene rilanciata di continuo, perché incastri interesse e generi nuova dipendenza...
    So solo che certi remake (e ti parlo di cinema perché quello è uno dei miei interessi maggiori) non fanno solo cagare, sono il segno dell'approssimazione, del voler far soldi senza più un'idea, senza fatica, approfittando di un pubblico superficiale, boccalone e sempre più ignorante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero: finora al 99% è stato come dici.
      Ma secondo me siamo in un periodo storico che segna una svolta, in questo senso. Da adesso ci sarà una maggiore cura perché i fan non stanno più zitti; una maggiore cura perché altrimenti si fallirebbe come nei casi precedenti.
      Vedrai, me lo sento.

      Moz-

      Elimina
  15. Col 95% dei titoli che hai citato mi è uscito un porcamado*** che ha fatto tremare casa.
    Odio i remake e i reboot, mentre amo i prequel/sequel a distanza di tanti anni (tra i miei preferiti Alice In Wonderland, Il Grande E Potente OZ, l'indimenticabile Hook e altri che non mi sovvengono). Perché rinarrare qualcosa uscita più che bene, talvolta dei capolavori, un insulto, mai un omaggio ai predecessori, quando c'è ancora tanto di nuovo da raccontare?
    Con Jumanji Hollywood ha raschiato davvero il fondo, si fosse chiamato in qualsiasi altro modo, dato che non ha NULLA a che fare con l'originale, lo avrei forse apprezzato ma così è da bandire ovunque e bruciare ogni copia in piazza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, contento di averti fatto bestemmiare XD
      A parte gli scherzi, secondo me Jumanji farà cagare -aprioristicamente o quasi XD- ma davvero di He-Man vorrei una bella serie completa che -col canone fissato definitivamente- ci racconti tutto^^

      Moz-

      Elimina
  16. Ormai mi arrendo... Facessero tutti i remake che vogliono, ma basta che li fanno bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, ma anche io la vedo così :)

      Moz-

      Elimina